Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Un’inaspettata lezione sull’evangelizzazione

Condividi

Questa lotta tra Darth Vader e un bambino può insegnarci molto sul modo in cui mostrare Cristo al prossimo

di Garrett Johnson

A volte tendiamo a uscire di casa e prepararci, mentalmente, a combattere. Attiviamo i radar e ci prepariamo a proteggerci e difenderci da coloro che potrebbero farci del male o attaccare la nostra fede.

Il combattimento spirituale e un atteggiamento da guerriero sono di certo degli aspetti importanti del vivere cattolico. Eppure non ho potuto fare a meno di sorridere e stupirmi per la lezione sull’evangelizzazione che ho imparato in questo bellissimo video in cui un padre, vestito da Darth Vader, prova a spaventare il suo cucciolo di 2 anni.

Il vlogger di YouTube Rob Lopez ha deciso di svegliare suo figlio Sebastian, grande fan di Guerre Stellari e di Darth Vader, in un modo insolito: ha pensato infatti che sarebbe stato divertente vedere cosa sarebbe successo se fosse stato Vader in persona a svegliarlo.

Chiunque abbia una Bibbia con sé e abbia permesso al messaggio e alla presenza di Cristo di toccare il proprio cuore può comprendere che Cristo non era Barabba. Tutti si aspettavano che lui prendesse la spada (la spada laser, in questo caso) e combattesse il potere (pensate a Roma come a Darth Vader); ma lui ha fatto qualcosa di molto diverso. Anziché armare se stesso, ha disarmato coloro che avevano fame di guerra.

Chi fa fatica a comprendere la fede e chi è molto critico verso (se non addirittura pieno d’odio per) la Chiesa potrebbe venire con la spada (o è quello che ci sembra… a volte ci mettiamo sulla difensiva troppo rapidamente!). Ma dobbiamo considerare bene il modo in cui rispondere.

Sebastian ci insegna una grande lezione sulla più grande, ed unica, arma della nostra Fede: la carità. La carità è l’unico fendente in grado di recidere i nodi dei dibattiti aggressivi in cui si parla molto e si ascolta poco. Il piccolo non mostra poco o nessun interesse nel vincere la battaglia. È molto più interessato a condividere i suoi tesori.

Più che chiedere di abbassare la spada, il nostro piccolo amico stravolge la dinamica dell’azione. Non vuole togliere nulla. Vuole fare uno scambio, inaugurare un nuovo gioco, con nuove regole e con un risultato totalmente nuovo.


LEGGI ANCHE: Cosa ci insegna il film Mission sull’evangelizzazione?


Per farla breve, l’aggressore finisce rapidamente sulla sedia a dondolo, preso dalla piega che ha preso la situazione. Alla fine il bambino sembra assumere la posa dell’istruttore mentre suo padre, seduto, prende appunti.

La morale della storia? Essere cristiani e fare apostolato riguarda la condivisione del tesoro della nostra fede. Persino quando gli altri sono chiusi o ostili (chissà perché? ognuno ha una storia!), la migliore risposta deve sempre consistere nella generosità, dando ciò che abbiamo ricevuto senza chiedere nulla in cambio, offrendo la Via, la Verità e la Vita che Cristo ha elargito sopra ognuno di noi.

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni