Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconSpiritualità
line break icon

Le reliquie, giusto o sbagliato venerarle? 4 errori comuni

Elvistudio/Shutterstock

Padre Henry Vargas Holguín - pubblicato il 11/05/16

In precedenza si è menzionata la deviazione dal sentimento religioso che provoca la superstizione come uno degli errori dovuti al rapporto errato con le reliquie, ma non si tratta dell’unico errore.

Riguardo alle reliquie, ci sono altri errori da evitare:

1.Dubitare che Dio possa utilizzare le reliquie o altri strumenti per compiere i suoi miracoli, e quindi disprezzare queste reliquie e/o strumenti.

Dio, in base ai suoi disegni, si può avvalere di ciò che vuole. Ricordiamo solo un esempio: il caso del miracolo di Mosè che fece sgorgare l’acqua da una roccia (Num 20, 11).

Dio aveva forse bisogno di dare un bastone a Mosè per compiere questo miracolo? Assolutamente no, ma ha voluto comunque avvalersi di entrambi, Mosè e il suo bastone. Allo stesso modo, Dio ha voluto avvalersi dei suoi santi e delle loro reliquie.

2.Esagerare l’importanza delle reliquie. Le reliquie possono essere un aiuto alla fede, ma non sono la sua parte centrale.

3.Commerciare con le reliquie.

4.Falsificare le reliquie per sfruttare gli ingenui. Di conseguenza, venerare ciò che non è autentico.

Quanti tipi di reliquie ci sono?

Le reliquie si classificano in due tipi: “l’espressione ‘reliquie dei Santi’ indica anzitutto i corpi– o parti notevoli di essi – di quanti, vivendo ormai nella patria celeste, furono su questa terra, per la santità eroica della vita, membra insigni del Corpo mistico di Cristo e tempio vivo dello Spirito Santo (cf. 1 Cor 3, 16; 6, 19; 2 Cor 6, 16). Poi, oggetti che appartennero ai Santi, come suppellettili, vesti, e manoscritti, e oggetti che sono stati messi a contatto con i loro corpi o i loro sepolcri, quali olï, panni di lino (brandea), ed anche con immagini venerate” (Direttorio, n. 236).

All’interno di questo secondo gruppo di reliquie possiamo includere perfettamente i panni impregnati di oli trasudati dai corpi di alcuni santi.

Assai notevole è il caso di San Charbel. Per molti secoli i fedeli hanno utilizzato questi oli pregando per i malati, e si sono verificati molti miracoli. E il caso di San Charbel non è l’unico.

Possiamo dunque dire che senza smettere di vigilare su pericoli, deformazioni e usi indebiti delle reliquie, la Chiesa considera le parti del corpo dei santi o altri oggetti a loro direttamente collegati un aiuto per entrare in contatto con Dio.

I santi sono coloro che si sono lasciati trasformare dalla grazia e hanno così raggiunto il dono della salvezza in Cristo. Ora sono intercessori, e si uniscono alla preghiera di Cristo al Padre a favore di noi suoi fratelli, e più concretamente di quelli che soffrono.

È questo il senso corretto dell’uso e della venerazione delle reliquie, che aiutano il cuore cristiano a rinnovare la sua fede e permettono così una migliore comprensione del Vangelo e una partecipazione più consapevole e matura ai sacramenti, dai quali riceviamo la grazia e l’azione salvatrice di Cristo.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
devozionedevozione popolarereliquieSantisuperstizione

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni