Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Diventare mamma mi ha avvicinato a mia madre

Condividi

I ruoli cambiano, si stabiliscono nuovi legami, a volte anche più equilibrati

Quando diventi mamma tutto può andare a gambe all’aria, ma non solo per te – anche per tua madre.

I ruoli cambiano, si stabiliscono nuovi legami, a volte anche più equilibrati.

C’è chi si trova in una condizione di parità con sua madre, mentre altre donne esprimono soddisfazione per aver trovato l’affetto e l’aiuto di cui avevano bisogno nei primi momenti della maternità… Grazie a tutte le mamme per la loro testimonianza!

Sono più indulgente

“Il rapporto tra madre e figlia in casa mia è sempre stato complicato, ma quando sono diventata mamma mi sono avvicinata molto a mia madre. Avevo compiuto un grande sforzo in terapia per sistemare il nostro rapporto, prima e durante il mio matrimonio, e per perdonarle certe cose che per me erano state molto difficili da sopportare, ma credo che il fatto di essere diventata madre anch’io mi abbia aiutato a rendermi conto del fatto che non sono perfetta e che anch’io commetto degli errori di cui i miei figli un giorno mi rimprovereranno. Sono più indulgente con lei, anche quando non sono d’accordo o non vedo le cose allo stesso modo. La maternità mi ha insegnato ad avere fiducia in me stessa, ad essere sicura e ad ascoltare il mio istinto materno. Ciò non significa che non le chieda dei consigli quando è necessario, soprattutto su temi di salute e sanitari”.
Anne d’U.

Il mio rapporto è più equilibrato

“Diventare madre mi ha posto per certi aspetti su un livello uguale a quello di mia madre. Non sono più la figlia di X, ma anche la madre di X. Mia madre è iperprotettiva e occupa un grande spazio nella mia vita. È vero, sono fortunata, ma volte è troppo! Credo che la maternità mi abbia avvicinata a mia madre nel senso che abbiamo un buon rapporto, più equilibrato. Io mi occupo di mia figlia e prendo le mie decisioni senza chiederle consigli. Mia figlia mi richiede del tempo, e quindi ovviamente dedico meno tempo a mia madre. Mi sento più realizzata come donna”.
Virginie F.

È un’ottima nonna

“Sì, essere madre e che mia madre sia nonna ci ha avvicinate. Non avevo mai percepito mia madre come un tipo molto materno, e spesso la rimproveravo di non dedicarmi abbastanza tempo, ma devo riconoscere che si prende molta cura dei miei figli, e che lo fa molto bene! Mi aiuta con l’educazione, a controllarli quando ho un appuntamento dal medico o qualche imprevisto durante la giornata. Prima vedevo mia madre sempre stanca per il fatto di doversi prendere cura di una famiglia numerosa, e la verità è che mi dava quasi fastidio. Sinceramente, ora inizio a capire un paio dei suoi segreti! Adoro il fatto che i miei figli possano avere questo rapporto privilegiato con lei, e le sono molto grata per questo. Credo che fosse molto importante per me e che lei abbia saputo capirlo. Ci siamo avvicinate molto grazie ai miei figli”.
Gaëlle J.

È nato un nuovo legame

“Ho sempre avuto un buon rapporto con mia madre, ma ammetto che è migliorato durante la mia gravidanza. Mamma è sempre stata presente, dandomi consigli e coprendomi di regali. Abbiamo passato dei bei momenti aprendo vecchi album di foto di famiglia per vedere a chi avrebbe assomigliato il bambino, e abbiamo tirato fuori le cose che usavo io da piccola. Da allora, credo che il nostro legame si sia rafforzato. Sembra che sia nato un nuovo vincolo familiare, e forse per il fatto che ora sono madre anch’io mi rendo conto che anche mia madre invecchia, e pensando al futuro penso che mi faccia essere più affettuosa”.
Sixtine de P.

Mia madre mi ha parlato con il cuore, confidiamo l’una nell’altra

“Mia madre è un po’ ‘psicotica’ e l’ho sempre presa un po’ in giro per questo, ma mi ha aiutato molto nei miei primi periodi da mamma. Ho avuto una forte depressione post-partum dopo aver dato alla luce il mio bambino. Non ero pronta, non avevo capito cosa doveva succedere, tutto quello sconvolgimento interiore, mi sentivo fragile e incapace di essere madre. Mia madre è venuta per 15 giorni a casa mia. Per mio marito non è stato facile, ma per me è stato di grande aiuto. Mi ha restituito la fiducia in me stessa, mi ha spiegato cosa dovevo fare e perché mi sentivo in quel modo… Ci siamo fatte molte confidenze, abbiamo detto cose molto profonde che non ci eravamo mai raccontate. Questo episodio ormai fa parte del passato, ma mi ha segnata profondamente e ha trasformato il nostro rapporto!”
Constance G.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.