Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Luglio |
Santa Marta di Betania
home iconStile di vita
line break icon

Noioso il sesso sempre con la stessa persona? Chi lo crede ha bisogno di aiuto

Altafulla/Shutterstock

David Mills - pubblicato il 29/04/16

L’articolo mi ha ricordato il tipico tizio viscido che si vede nei film e che dice alla ragazza al bar che lui e la moglie si sono allontanati, che non si parlano neanche più, che il fuoco si è spento e poi le chiede se non vorrebbe bere un altro drink nella sua stanza. È apparso nella sezione How to… del The Guardian ed era intitolato “Come fare sesso con la stessa persona per il resto della tua vita”.

Si suppone chiaramente che il testo debba rispondere a una questione che sta molto a cuore ai lettori. Lo scrittore anonimo lo spiega come una sfida: “L’ostacolo più grande al sesso in una relazione a lungo termine è che si cercano due cose opposte: sicurezza, affidabilità – cose che fanno sentire sicuri –, ma anche fuoco, passione, rischio, pericolo, novità. Sono due opposti. Se si ha uno non si può avere l’altro”. L’autore aggiunge poi che “la responsabilità uccide la spinta sessuale”.

L’articolo era il più popolare del sito web del giornale verso le 7.00 in Inghilterra, il giorno in cui è apparso. È rimasto al primo posto per la maggior parte della giornata e nella top ten il giorno dopo, e credo quello dopo ancora. A quanto pare, erano molte le persone in cerca di una risposta.

La risposta

Nel caso in cui siate una di queste persone, la risposta è “cercate di prendere un po’ le distanze”. L’unico suggerimento pratico dell’autore è fare sesso sul posto di lavoro del partner e dormire in camere separate.

Trae le sue argomentazioni dalla masturbazione che, scrive, è fondamentalmente fare sesso con la stessa persona per tutta la vita, ma nessuno se ne stanca. Perché? Perché ci si sente al sicuro, e c’è la possibilità che ci sia una vera dissonanza tra il voi erotico e il voi nella vita reale. Il voi erotico non ha posto nella vostra vita quotidiana. È questa distanza che è alla base del mantenimento di una carica erotica tra voi e il vostro partner.

L’autore nota anche che molte persone dicono di sentirsi molto attratte dal partner quando ne sono separate, “perché l’anticipazione è un potente afrodisiaco e la distanza favorisce l’immaginazione erotica, che porta alla fantasia”.

L’argomentazione è difficile da discernere, ma lo scrittore sembra credere che la “carica erotica” perduta dipenda dal creare fantasie sul partner, che sosterranno il “voi erotico” e creeranno i necessari “fuoco, passione, rischio, pericolo, novità”. Il vostro partner non può stimolare da sé la carica erotica se state insieme da molto tempo.

Per essere onesti, l’autore suggerisce anche di trascorrere “del tempo di qualità insieme per mantenere il legame”, e alla fine dell’articolo esorta i lettori ad abbandonare “il mito della spontaneità”, perché “il sesso impegnato è intenzionale, premeditato, concentrato e presente”. L’intero articolo è più sensibile dei suoi punti principali.

Il sesso diventerà noioso

Non riesco a comprendere l’idea che il sesso con un unico partner possa diventare noioso perché… beh, spero di non doverlo spiegare. Si potrebbe volere più sesso, o sesso con più persone o più forme di acrobazie sessuali, perché gli esseri umani lussuriosi possono volere ogni tipo di cose che non dovrebbero avere, ma trovare il sesso noioso sinceramente no.

Per chi scrive e per quelli per cui scrive, il sesso piacevole, mai noioso e sempre eccitante richiede distanza, “alterità”, in altre parole l’illusione che il vecchio partner sia un nuovo amante. Il partner può condividere il vostro letto, il bagno e il conto in banca, ma voi dovete sentirvi come se fosse una persona appena incontrata a una festa o in un bar. E allora la mia reazione è dire che queste persone hanno bisogno di aiuto.

Forse alcune persone hanno davvero bisogno di una risposta a questa domanda. Forse sono state così ferite che l’intimità le spaventa e il cambiamento le fa sentire sicure. La pornografia di cui si fa tanto uso può trasferire la spinta sessuale dalla gente agli oggetti, e la promiscuità può creare una necessità di varietà e l’eccitazione della caccia. La gente può abituarsi ­ e forse diventare dipendente ­ a fuoco, passione, rischio, pericolo, novità.

Forse l’autore è sulla pista giusta. Prendiamo il rischio e il pericolo. Concordiamo sul fatto che sono stimolatori erotici. Tralasciamo i benefici sessuali dell’impegno e della familiarità e l’orgoglio per i frutti di una vita condivisa, che ignora completamente. Che dire del rischio e del pericolo del matrimonio?

Avete scommesso la vostra vita su una persona. Nella migliore delle ipotesi, voi due peccatori dovete creare una vita insieme, e questo può far male. Questa persona può ferirvi, può anche tradirvi o lasciarvi. Questa persona può ammalarsi, nel corpo o nella mente. Questa persona può morire. Potete essere voi al suo posto in tutti questi casi. Potete diventare degli estranei che vivono sotto lo stesso tetto. Se non vi siete ancora feriti può sempre succedere, e farà male da morire e vi stravolgerà la vita.

Volete rischio e pericolo, eccovi serviti. Ci sono molti più rischi e pericoli di quello che pensa l’autore dell’articolo del TheGuardian. Non avete bisogno di distanza e fantasia. Scommettete la vostra vita su una persona. Mettete la vostra felicità nelle sue mani. È così che potrete fare sesso con la stessa persona per il resto della vostra vita.

——–

David Mills, ex direttore esecutivo di First Things, è senior editor di The Stream, direttore editoriale di Ethika Politika e scrive per numerose pubblicazioni cattoliche. Il suo ultimo libro è Discovering Mary. Si può seguire su @DavidMillsWrtng.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
matrimoniosessosessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
4
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni