Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

4 cose che avvengono alle coppie che stanno insieme da molto tempo

Condividi

A volte i nonni, pur essendo diversi, hanno qualcosa che li fa assomigliare, non è vero? Lo spiega la scienza.

I rapporti stretti e duraturi possono scatenare qualcosa che l’autore statunitense Joshua Wolf Shenk descrive come “mente condivisa”.

Ecco i segnali che gli psicologi hanno osservato nelle coppie che stanno insieme da molto tempo e che sembrano provare questa teoria:

HANNO UN LINGUAGGIO PROPRIO E PRIVATO

Una specie di linguaggio interno alla coppia è uno dei primi segni di sintonia. Ad esempio, si riceve un messaggio dal partner che di per sé non significa niente e non vuol dire niente a terze persone, ma per la coppia ha un significato. Secondo uno studio di un professore di comunicazione dell’Università del Texas, Robert Hooper, questo codice di comunicazione non solo aiuta ad approfondire i legami, ma crea anche un’identità condivisa. La psicologa Carol Bruess, dell’Università dell’Ohio, ha studiato varie coppie e ha concluso che maggiore è la frequenza con cui una coppia usa queste parole o frasi “segrete”, maggiore è anche la tendenza a definirsi felici.

SONO SE STESSI

Il modo di parlare con gli estranei, con i conoscenti o anche con gli amici stretti è ben diverso da quello che usiamo quando siamo da soli con il partner. Quando stiamo con gli altri, nella maggior parte dei casi ci autocensuriamo, perché vogliamo risultare graditi o semplicemente per l’istinto di adattare il nostro comportamento al loro, ma quando siamo con la persona con cui abbiamo più confidenza siamo più naturali.

INIZIANO A DIVENTARE SIMILI

Nel suo importante studio del 1987, lo psicologo Robert Zajonc ha scoperto un motivo per quello che dice il senso comune, ovvero che gli elementi della coppia iniziano ad assomigliarsi. Zajonc ha concluso che usano gli stessi muscoli con tanta frequenza che con il tempo iniziano a specchiarsi l’uno nell’altro.

Questo coordinamento dei movimenti non è accidentale, dice Shenk, ma “riflette quella che gli psicologi definiscono una ‘struttura coordinativa condivisa’”, che include il modo in cui si assumono i piccoli atteggiamenti l’uno dell’altro, anche nel parlare.

INIZIANO A PARLARE ALLO STESSO MODO

Oltre ad avere un vocabolario proprio, le coppie che stanno insieme da molto tempo finiscono per iniziare a parlare con le stesse strutture sintattiche e con i medesimi ritmi di discorso. Gli psicologi parlano di “contagio emotivo”. Uno studio del 2010 che ha analizzato messaggi scritti scambiati tra i membri della coppia ha concluso che quando due persone “suonavano” più simili in termini di linguaggio e struttura era più alta la possibilità che stessero ancora insieme tre mesi dopo.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni