Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 08 Maggio |
Santa Maddalena di Canossa
home iconStile di vita
line break icon

Ritrovarsi una coppia nuova dopo la tempesta

Pixabay.com/Public Domain/ © Unsplash

Silvia Lucchetti - Aleteia - pubblicato il 28/04/16

Le storie raccolte nel libro “dicono che in Dio tutto è possi­bile” e sono «(…) storie di risurrezione, di rinascita, storie di chi non ha voluto arrendersi e ha continuato a sce­gliersi. Storie nuove, non quelle di prima con qualche toppa messa sopra. Sono “vino nuovo in otri nuovi”». L’ingrediente fondamentale per ritrovarsi? L’umiltà: «Umiltà perché non possiamo farcela da soli. Umil­tà nel chiedere aiuto. Umiltà nel dire che le mie forze, in questo momento, non sono sufficienti per uscire da un vortice che rischia di far vedere “solo” la separazio­ne come unica via possibile».

In una società in cui “la notizia che una coppia si separa non desta più sorpresa e preoccupazione. Anzi, è diventato un fenomeno pra­ticamente “normale”, all’ordine del giorno”, leggere le esperienze di coniugi che sono riusciti a ritrovarsi è straordinario e incoraggiante.

«Le pagine che seguono costituiscono pezzi di vita che noi vogliamo mettere a vostra disposizione. Non c’è nulla di inventato. Sono la nostra esperienza di vi­ta. Vita di persone che hanno fatto concretamente esperienza di dolore e di risurrezione. Che si sono scelte un’altra volta. Che si sono fidate l’una dell’altra riattivando l’ascolto reciproco e la comprensione. So­no storie piene di sofferenza che, nella realtà, hanno attraversato il dolore per poi sfociare in una rinascita».

I primi che nel libro testimoniano che è possibile sopravvivere alla tempesta e superare la crisi sono Anna e Giulio. Si conoscono alla fermata dell’autobus negli anni delle superiori, si innamorano e dopo le nozze decidono di partire missionari per il Senegal. Lì tutto cambia, cominciano i primi veri problemi e al rientro in Italia le incomprensioni aumentano. Sembrano svanire gli ideali cristiani sui quali la coppia aveva costruito il fidanzamento, Giulio diventa sempre più geloso e aggressivo, arriva addirittura ad alzare le mani contro di lei. Così finiscono per diventare due estranei, conducono vite separate e restano uniti soltanto per amore dei due figli. Anna si rifugia nelle discipline new age e comincia una storia con un altro uomo. Tutto sembra finito, la separazione appare l’unica strada possibile. E poi?

Anna. «Un’amica m’invitò a un incontro di preghiera, anche se da alcuni anni avevo smesso di an­dare in Chiesa: ero arrabbiata anche col Signore perché mi aveva abbandonata. Quella sera, però, il Signore mi stava aspettando. Ero sola e disperata e in quel mo­mento ho cercato e gridato a Dio con tutto il cuore. Credo che Dio abbia visto il mio desiderio e il nostro dolore e abbia risposto. La mia relazione con l’altra persona è terminata. Decisi di tornare a casa e di ten­tare di ricominciare una nuova vita insieme. (…) Eravamo due persone molto ferite. (…) Avevo cercato di fuggire dal dolore, forse ave­vo voluto anche vendicarmi, ma adesso era necessario perdonare Giulio, chiedergli perdono e accettare i suoi tempi, quando anche lui fosse stato in grado di perdo­narmi. Se Dio mi aveva perdonata, chi ero, allora, io per non perdonare? Per fermare il perdono?»
  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
amorecoppiadivorziomatrimoniosan paolo edizioniseparazionetradimento
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
3
Annalisa Teggi
Intrappolata in un macchinario tessile: muore Luana, mamma di 22 ...
4
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni