Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 26 Giugno |
Cuore Immacolato
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Gli ultimi giorni della Gerusalemme ottomana

web-jerusalem-09-bain-news-service-library-of-congress-pd

dominio pubblico

Daniel R. Esparza - pubblicato il 26/04/16

Una fotogallery mostra la vita nella città sotto il dominio ottomano, dal 1900 al 1918

Attraverso i millenni, sia gli abitanti che i governanti di Gerusalemme sono cambiati infinite volte. Gli antichi popoli pagani, gli israeliti biblici, le truppe romane, i bizantini cristiani e gli ottomani musulmani, tutti loro hanno reclamato il dominio sulla città.

È stato Solimano il Magnifico a conquistare la città nel 1517 e ad integrarla all’impero ottomano. Esattamente dopo averne reclamato il possesso, ha ordinato la costruzione di un muro attorno a quella che oggi è conosciuta come “città vecchia”, dividendola in quattro quartieri: armeno, musulmano, ebraico e cristiano.

Questa fotogalley, pubblicata da Retronaut in un articolo scritto da by Alex Q. Arbucke, mostra gli ultimi giorni della città governata dagli ottomani che, in seguito a successive ondate migratorie, ha raggiunto la maggioranza ebraica pochi anni prima di essere catturata dai britannici.

LEGGI ANCHE: Predicare il Vangelo nella terra in cui Cristo è nato e vissuto

Tags:
gerusalemmeimpero ottomanoisraelepalestina
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni