Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 26 Luglio |
Santi Gioacchino e Anna
home iconChiesa
line break icon

L’”arma” che ha permesso la diffusione del cristianesimo

Shutterstock/nito

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 26/04/16

L’arma che ha permesso la diffusione del cristianesimo è paradossalmente il martirio, spiega padre Silvano Fausti in «Lettera a Voltaire. Contrappunti sulla libertà» (Ancora edizioni). Una riflessione quanto mai attuale oggi, in un mondo in cui la persecuzione contro i cristiani appare solo come uno strumento per debellarli.

IL MARTIRE CRISTIANO

In questa pubblicazione postuma – padre Silvano è scomparso a bozze ultimate –il sacerdote gesuita fa conversare un anonimo confratello (che è lui stesso) con Voltaire. In uno di questi messaggi indirizzati al padre dell’Illuminismo si sostiene che «l’arma che ha diffuso il cristianesimo è la forza del martirio. Non quello del crociato, disposto a morire pur di uccidere. Il martire cristiano, pacifico e forte come Cristo, non risponde al male con il male. Perdona e dà la vita per chi gliela ruba. Ha lo stile di Gesù».

AMARE IL NEMICO

Come scrive Luca 6, 27-28, riferendosi alle parole di Gesù: «Amate i vostri nemici, fate bene a quelli che vi odiano, dite bene di quelli che vi maledicono, pregate per quelli che vi calunniano. A chi ti colpisce sulla guancia, porgi anche l’altra; a chi ti prende il mantello, anche la tunica non negare; a chiunque ti chiede, dà; e colui che prende le tue cose, tu non richiedere (…) Perfino i peccatori amano quelli che li amano» (…) Amate i vostri nemici e fate del bene e prestate nulla sperando indietro; e sarà molta la vostra ricompensa e sarete figli dell’Altissimo perché egli è benevolo verso gli ingrati e i cattivi».

LA BONTA’ DI DIO

Anche Matteo 5, 44-45 riporta le parole con cui Gesù dà “istruzioni” ai “martiri” cristiani: «Amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il sole sopra i malvagi e i buoni». Tremenda, nota padre Silvano, è la reprimenda del profeta Giona contro Dio perché è «misericordioso, longanime e di grande amore» anche verso i cattivi (quarto libro di Giona).

VIOLENZA NON RISPONDE A VIOLENZA

Qui, dice il padre gesuita, sta la differenza tra cristianesimo e ogni religione. Unica arma vincente è non rispondere alla violenza con violenza. Tale risposta raddoppia il male. Il male finisce la’ dove il Giusto, Servo di dio e degli uomini, lo porta su di se’ senza restituirlo. Questa è la testimonianza di Cristo e del cristiano. La vita è amore: ce l’hai se lo dai agli altri.

LE PERSECUZIONI

Per essere precisi, evidenzia padre Silvano, il cristianesimo si è disseminato grazie alle persecuzioni, che l’hanno sparso qua e là in tutto il mondo. E’ il tema fondamentale degli Atti degli apostoli. E le persecuzioni hanno come fine il martirio dei cristiani: testimonianza di un amore più forte della morte, che sa dare la vita per chi li uccide.

I cristiani, scossi dai venti tempestosi delle persecuzioni, si sono disseminati a distanza di migliaia di chilometri. Tanto che il gesuita li paragona agli anemoni.

COME UN ANEMONE

E se in un luogo l’anemone è calpestata e schiacciata, osserva padre Fausti, essa non muore. I suoi semi fruttificano sul posto come tante altre anemoni. Che a loro volta le persecuzioni dissemineranno altrove. E chi le schiaccerà, le renderà feconde e moltiplicherà ovunque. Questo è segno che il cristianesimo, come il fiore, conclude, non è cosa di cultura, artificio umano, ma di natura, rifiorisce. In questo modo il cristianesimo conquistò e conquista ancora il mondo. E’ un fuoco che accende altri fuochi.

——

Fino a sabato primo luglio prossimo, è possibile usufruire di uno sconto del 20% riservato ai lettori di Aleteia e con zero spese di spedizione su tutti i libri (cartacei) di padre Silvano Fausti in catalogo Àncora. Prima di completare l’acquisto, è necessario barrare l’opzione “Usa Coupon” e inserire poi questo codice: Aleteia01.

Tags:
martirimartiriorecensioni di libri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
4
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
5
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
6
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
7
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni