Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

5 motivi per rimanere a Messa fino alla fine

Jeffrey Bruno/Aleteia
Condividi

Speriamo che il parroco e gli amici non notino se ce ne andiamo prima, ma Qualcuno se ne accorge

La maggior parte di noi l’ha fatto probabilmente almeno una volta o due.

Ci precipitiamo verso la porta a testa bassa dopo aver ricevuto la Comunione perché abbiamo qualcosa di importante da fare.

Speriamo che il parroco e gli amici non se ne accorgano, e forse è così. Ma Qualcuno lo nota.

Come suora che si è spostata abbastanza, sono sorpresa dalle differenze che si riscontrano nelle parrocchie di diverse zone del Paese. Vengo dall’Oklahoma, e lì è raro vedere qualcuno che se ne va dalla Messa prima che sia finita. Ho vissuto in California, e nella parrocchia che frequentavo la gente arrivava tardi e a volte andava via prima. Ora vivo nel Nord­Est degli Stati Uniti e sono sorpresa dal numero di persone che lasciano la Messa prima del termine. Questi trend dipendono anche dalla parrocchia. È un fenomeno interessante. Non mi interessano i casi isolati, ma quando metà dei parrocchiani si defila verso il parcheggio prima che finisca il canto finale mi rattrista un po’.

A volte vorrei correre dietro alle persone che vedo uscire scattanti dalla chiesa appena lasciata la fila per ricevere la Comunione, scuoterle e dire: “Hai Gesù dentro di te! Prenditi un minuto per parlargli, per ringraziarlo, per amarlo!”

Avete bisogno di motivazioni per rimanere un po’ di più per assistere a tutta la Messa? O forse ne ha bisogno qualcuno che conoscete?

Ecco qualche motivo per il quale io rimango fino alla fine della Messa (al di là del fatto che sono una suora e sarebbe piuttosto scandaloso se me ne andassi dopo la Comunione ogni domenica):

1.La Comunione riguarda il comunicarsi: quando riceviamo la Comunione, riceviamo Gesù stesso. Quando mangiamo e scappiamo via è come andare a far visita a un amico e nel momento in cui questi riesce a sedersi con noi saltare in piedi e imboccare la porta dicendo: “È stato bellissimo passare del tempo con te, ci vediamo la prossima settimana!” La Comunione riguarda il fatto di stare in comunione con il nostro Signore e Salvatore. Per comunicarci, dobbiamo davvero assaporare questo momento speciale e prenderci qualche istante per stare con Lui.

2. Non è bello essere maleducati: prima della Messa in convento abbiamo mezz’ora di meditazione silenziosa sul Vangelo. A volte arrivo in ritardo. Entro rapidamente a testa bassa, imbarazzata per il fatto che chiunque possa vedere che ho dormito troppo. Di recente ho capito che la motivazione per arrivare in tempo dovrebbe essere non evitare l’imbarazzo, ma il fatto che sto andando a vedere Gesù. Perché spesso ci preoccupiamo più delle reazioni degli altri che del fatto che stiamo con Gesù? Scappiamo via perché abbiamo tante cose da fare, ma perché è tanto facile arrivare tardi e andare via presto quando è il Creatore dell’Universo che aspetta di vederci?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.