Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Halleluya: GMG 2016 riceverà il maggior Festival delle Arti integrate del Brasile

Condividi

L’evento sarà realizzato durante la programmazione del Festival della Gioventù del 27 luglio a Cracovia (Polonia)

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Il festival delle Arti Integrate Halleluya attrae ogni anno più di un milione di persone per vivere una “festa che non finisce mai” in varie città del Brasile. L’evento che si realizza da venti anni in Brasile, e che è già stato realizzato in Uruguai, Italia, Francia e Terra Santa e durante la Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro, sarà realizzato per la prima volta a Cracovia (Polonia), dal 27 e 29 luglio come parte integrante del Festival della Gioventù della Giornata Mondiale della Gioventù.

Halleluya a Cracovia sarà realizzato in Piazza Szczepanski a pochi metri dalla Piazza del Mercato nel Centro di Cracovia. L’aspettativa è quella di raggiungere un pubblico tra i sette e dieci mila giovani. Saranno 15 le rappresentazioni tra musica, teatro e danza con attrazioni in varie lingue: inglese, polacco, francese, italiano, espagnolo e portoghese.

SUL FESTIVAL

L’evento Alleluya è nato nel 1985 in Brasile come iniziativa dei Giovani della Comunità Cattolica Shalom con il nome di Trifest. L’intenzione era quella di offrire un evento cattolico come alternativa ai giovani della città di Fortaleza: tre giorni di spettacolo e di evangelizzazione. In poco tempo l’idea è cresciuta fino a diventare il Festival Halleluya.

Il teatro, la musica e la danza si uniscono sul palco del Halleluya per annunciare l’amore e la Misericordia di Dio in un modo nuovo e creativo. Nato tra i giovani come espressione della nuova evangelizzazione, cerca di offrire a questi una diversione saggia, come possibilità di una gioia che non passa, da questo trae lo slogan “una festa che non ha fine”.

Oltre alle attrazioni artistiche e culturali, il palco principale del festival dispone di spazi tematici come lo Spazio Misericordia e l’Arena Culturale.

SPAZIO DI MISERICORDIA – Cuore dell’Halleluya

Tutta l’arte del Halleluya è collocata come mezzo per favorire un’autentica esperienza con la Misericordia di Dio. È per questo che lo Spazio della Misericordia è il cuore dell Halleluya. In questo spazio si possono trovare i confessori per il Sacramento della Riconciliazione e la Cappella con il Santissimo Sacramento.

Nella programmazione del Festival la bellezza dell’arte dà spazio alla sua origine: sul palco del Halleluya c’è  Gesù nel Santissimo Sacramento. Questo è diventato il simbolo del Festival in tutte le sue edizioni: una moltitudine in silenzio che adora Gesù nell’Eucarestia.

ARENA CULTURALE

Con l’intenzione di favorire lo scambio culturale tra i giovani, nell’arena del Festival si trova lo Spazio Culturale. In questo spazio saranno offerti corsi rapidi per come fare una buona confessione, momenti di preghiera, e momenti di condivisione della grazia e di esperienza della fede con giovani di altre parti del mondo. Inoltre, gli artisti saranno invitati a condividere le loro esperienze di evangelizzazione.

SULLA COMUNITA’ SHALOM

La Comunità Cattolica Shalom nasce nel 1982, nella città di Fortaleza in Brasile da un gruppo di giovani che volevano evangelizzare altri giovani lontani dalla Chiesa, per questo crearono un piccolo snack bar per evangelizzare, chiamato “Lanchonete Shalom”. Esattamente due anni prima della creazione del bar, il fondatore della Comunità Shalom, Moysés Azevedo, offrì la sua vita a Dio e alla Chiesa, come regalo per l’evangelizzazione dei giovani, attraverso una lettera donata all’allora Papa Giovanni Paolo II in una sua visita a Fortaleza.

La Comunità Cattolica Shalom è riconosciuta dalla Chiesa Cattolica come Associazione Internazionale Privata dei Fedeli trattandosi di ciò che oggi la Chiesa chiama “Comunità Nuove”. Essendo la Chiesa, la Comunità serve nel suo lavoro attraverso la consacrazione della vita dei suoi membri. Ha come fine ultimo l’evangelizzazione e la formazione dei figli di Dio. I membri consacrati sono chiamati a essere, all’interno della Chiesa, discepoli e ministri della Pace; ad accogliere, vivere e annunciare al mondo la Pace che è propria di Gesù. (cf. Ef 2,14).

SERVIZIO

Halleluya Cracovia 2016

Giorni: dal 27 al 29 luglio

Mercoledì, 27 luglio 2016. (ore 15-17)

Giovedì, 28 luglio 2016. (ore 14-16 e 20-23)

Venerdì, 29 luglio 2016. (ore 14-16 e 21-23)

Luogo: Piazza Szczepanski

Ingresso Gratuito

Informazioni:

Franco Galdino

International102@comshalom.org

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni