Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Lo Utah, primo Stato USA a dichiarare la pornografia un problema di salute pubblica

Michael Coghlan
Condividi

Si riconosce l’importanza dell’educazione per prevenirla e si cerca di formare le coscienze sui pregiudizi esistenti

Il governatore dello Stato dello Utah, il repubblicano Gary Herbert, di 68 anni e padre di sei figli, si è guadagnato i titoli dei media firmando la prima risoluzione in cui definisce la pornografia un problema di salute pubblica con molteplici implicazioni per la società e le famiglie.

Herbert, che appartiene alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, più nota come Chiesa mormone, è governatore  dello Utah dal 2009, è stato educato presso l’Università Brigham Young e prima di entrare in politica ha lavorato come agente immobiliare a Salt Lake City, sede dei mormoni negli Stati Uniti.

Lo Utah diventa il primo Stato a promuovere un’iniziativa di questo tipo, e lo fa, afferma Herbert, di fronte al problema della “crisi di salute” pubblica che il consumo di pornografia sta provocando in tutto il Paese.

Va sottolineato che gli Stati Uniti sono il principale produttore e consumatore di video pornografici al mondo.

“Siamo consapevoli del fatto che si tratti di un’affermazione audace e che alcuni non saranno d’accordo con noi, ma riconosciamo che siamo qui per dire che la pornografia è una crisi sanitaria”, ha detto il governatore dello Utah davanti ai rappresentanti della comunità presenti all’atto della firma del proclama.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni