Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconChiesa
line break icon

Queste suore vivono una rigida clausura. E allora cosa fanno su Facebook?

Handmaids of the Precious Blood with Permission

John Burger - Aleteia - pubblicato il 21/04/16

“Ciò che stiamo cercando di fare è aiutare la gente a capire chi è un sacerdote e il ministero unico che gli è stato affidato”, ha affermato la priora. “Questi anni difficili ci hanno aiutate a trovare la nostra voce e ad affinare il nostro messaggio: i nostri sacerdoti sono sotto attacco costante da parte di forze che vogliono distruggere il nostro legame sacramentale con il nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo”.

Madre Marietta lo vede in vari modi, inclusa la persecuzione diretta dei membri del clero – il rapimento e l’uccisione di sacerdoti in Medio Oriente e in Africa, ad esempio, o gli attacchi ai presbiteri in Messico da parte dei cartelli della droga.

Oltre a questo, il sensazionalismo dei media suscita la rabbia della gente contro la Chiesa e i suoi sacerdoti. “Le offese spesso sostituiscono le preghiere”, ha rilevato.

Ci sono poi “la nostra indifferenza e le nostre critiche”. “Quanto spesso un sacerdote viene trattato come un lavoratore di un fast food per produrre ciò che vogliamo e subito? Viviamo in un mondo consumistico pieno di rumore, mentre il sacerdote agisce in persona Christi. La Presenza Reale è spettacolare, l’evento più importante della storia. Possiamo perderci l’Emmanuele-Dio con noi per via di aspettative superficiali”.

Mentre la maggior parte del mondo sembra “vivere” oggi sui social media, tendendo ad aumentare il rumore nella vita delle persone e a distrarle dal trascendente, le suore sentivano di dover essere presenti su piattaforme come Facebook e Twitter, ma in quanto suore di clausura devono anche “tener fuori il mondo” dalla loro clausura per mantenere la vita contemplativa alla quale sono chiamate. Far entrare il mondo attraverso i social media sarà sicuro?

Essenzialmente no.

“Un microchip in un iPhone è piccolo e ipersensibile”, ha osservato madre Marietta. “È stato creato in una stanza pulita in cui non possono entrare elementi contaminatori esterni – o i chip perdono la loro efficacia”. Allo stesso modo, gli “elementi contaminatori” per un monastero di clausura sono “quelle cose che interrompono la concentrazione di chi si è donato al 100% alla chiamata di Gesù a condividere quella fase della sua missione redentrice descritta come ‘Cristo che prega’ e il suo amore sacrificale totale che lo ha portato a morire sulla croce. Vogliamo mantenere l’atmosfera ‘pura’ (come una stanza pulita), per poter vivere costantemente concentrate su Gesù”.

Ma come?

Scott Maentz, candidato al diaconato permanente nella diocesi di Knoxville e che ha lavorato nell’industria informatica per più di 20 anni, funge da direttore delle comunicazioni per le suore, come “porta a senso unico attraverso la quale trasmettiamo il materiale”, ha detto madre Marietta. “Non interagiamo con questi mezzi, o li leggiamo dopo che sono stati postati; lui controlla i siti cercando commenti inappropriati o osceni e ci passa tutti i contatti a cui pensa vorremmo rispondere”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
clausurafacebooksuore
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni