Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 23 Aprile |
San Giorgio
home iconChiesa
line break icon

È giusto fare proselitismo per la Chiesa cattolica?

Shutterstock/Rawpixel.com

Salvador Aragonés - pubblicato il 21/04/16

“Proselitismo” deriva dalla parola greca “proselytos”, che nell’Antico Testamento viene usata per indicare lo straniero che si converte all’ebraismo. Un testo dell’ebraico antico, il Midrash Rabbah, dice che “chi avvicina un pagano e lo converte deve considerare che è come se lo avesse creato” (Gen. Rab., 39, 14) (Cfr. Ernst Burkhart, Vida cotidiana y santidad, Madrid 2010, Tomo I, pag. 538).

Se guardiamo ai testi del Nuovo Testamento, la parola “proselytos” appare quattro volte, una nel Vangelo di Matteo (Mt 23, 15) e tre negli Atti degli Apostoli (At 2, 11; 6, 5; 13, 43).

Negli Atti degli Apostoli, la parola “proselytos” si riferisce in ogni caso ai pagani convertiti al cristianesimo.

I primi cristiani facevano proselitismo per “guadagnare” anime a Cristo (1 Cor 9, 19­-23), e San Paolo, nella lettera ai Corinzi, dice: “Guai a me se non predicassi il Vangelo!”

Il testo di San Paolo (1 Cor 9, 16­-19) è chiaro: evangelizzare è un dovere, perché se evangelizzo non è per me motivo di gloria, visto che si tratta di un compito che mi spetta.

In qualche lingua come il tedesco, tuttavia, il termine “proselitismo” equivale a convincere una persona con coazione o inganno, mentre in italiano si dice che “l’attività missionaria è una forma organizzata del proselitismo” (Lessico Universale Italiano, Vol. VIII, pag. 742).

Il termine “proselitismo” ha due connotazioni, una positiva e l’altra negativa, in base alla finalità per la quale viene usato.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
evangelizzazionefedetestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa sui cristiani “malati” di protagonismo: non d...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
5
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
6
PRIEST,ROMAN,COLLAR
Ary Waldir Ramos Díaz
Aveva un contratto con la Roma, ma ha preferito firmare con Dio
7
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni