Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconAmoris Laetitia
line break icon

Amoris Laetitia, Papa Francesco invita a “formare le coscienze, non a sostituirle”

Shutterstock

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 14/04/16

Amoris laetitia, le norme e il discernimento caso per caso

Neppure serve pretendere di imporre norme con la forza dell’autorità. Ci è chiesto uno sforzo più responsabile e generoso, che consiste nel presentare le ragioni e le motivazioni per optare in favore del matrimonio e della famiglia, così che le persone siano più disposte a rispondere alla grazia che Dio offre loro. [Papa Francesco]

Papa Francesco ha riaffermato la dottrina della Chiesa sulla famiglia con una visione di speranza ma che non nega la complessità delle relazioni, delle crisi di coppia, del matrimonio e dell’educazione dei figli.

“Affermando che le norme non possono coprire tutta la gamma di realtà e che è necessario il discernimento personale, Papa Francesco non sta assolutamente abbassando il livello richiesto. Tutto il contrario. L’Esortazione è cioè un invito a rendere responsabile il popolo di Dio in ogni suo livello”.

Coscienza non è seguire il proprio capriccio

Ha spiegato Yáñez: “La coscienza non è seguire il proprio capriccio, bensì essere capace di accede nella propria interiorità e lì potersi confrontare con Dio alla luce della Parola. Valutando tutte le condizioni oggettive in cui, in una determinata situazione, si può trovare una persona, per poter trovare una via d’uscita alla luce della Parola di Dio e dello Spirito Santo”.

Ciò che non può essere – dice il Papa – è che una persona possa vivere condannata per sempre. Ad esempio un divorziato che ha una nuova unione, dove probabilmente il precedente matrimonio non può essere considerato nullo.

Quindi, supponendo che questa persona voglia avvicinarsi a Dio, che voglia vivere una vita piena di fede anche nell’accostarsi ai sacramenti, il Papa non gli nega questa possibilità”, ha confermato Yáñez.

Non tutti possono ricevere la Comunione

Ai divorziati che vivono una nuova unione, è importante far sentire che sono parte della Chiesa, che “non sono scomunicati”. [Papa Francesco]

“Il Papa non dice neanche che tutti i divorziati risposati possono ricevere la Comunione. Esistono diverse situazioni. Ed è questo che il pastore, insieme al fedele, deve discernere per comprendere quale sia la reale situazione in cui si trova la persona”.

Si troverà sempre una soluzione

Questa famiglia allargata dovrebbe accogliere con tanto amore le ragazze madri, i bambini senza genitori, le donne sole che devono portare avanti l’educazione dei loro figli. [Papa Francesco]

È vero che ci sono casi difficili. “Ad esempio, può verificarsi una situazione in cui si incontra oggettivamente una realtà disordinata o addirittura di peccato. Ma soggettivamente, nella migliore delle ipotesi, può verificarsi che la persona non abbia dato consenso o non abbia desiderato trovarsi in quella situazione. Per cui non si verifica un peccato personale”, ha spiegato l’esperto.

Per concludere ha dichiarato che “ci sono una serie di situazioni che devono essere valutate bene, ma per cui ci sarà sempre una soluzione. Dio non abbandona nessuno. Non ci abbandona in nessuna situazione. Dobbiamo pensare alle azioni di Gesù. Sono le stesse azioni che la Chiesa vuole riprodurre nella nostra vita, nel nostro mondo odierno”.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
allegriaamoris laetitia

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni