Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconStile di vita
line break icon

Il miracolo del perdono e come può salvare il tuo matrimonio dall’inferno

Alejandro J. de Parga/Shutterstock

Fray Nelson Medina - pubblicato il 13/04/16

“Non ho saputo comprendere niente all’epoca, non ho saputo vedere la tua preoccupazione quando sei rimasto senza lavoro, dopo tanti anni con uno stipendio sicuro in quella fabbrica. Devi aver provato tanta paura! Ora ricordo i tuoi sogni del ‘Quando andrò in pensione faremo…’ Quante cose volevi fare una volta andato in pensione… Avrei potuto spingerti a farle anziché obbligarti ad accettare di stare tutto il giorno seduto in quel taxi. Ora ricordo quella notte di follia in cui ho stracciato le lettere d’amore che avevi scritto per me e ho dato fuoco a tutte le tele dei quadri che dipingevi. In quel momento mi faceva infuriare vederti lì, chiuso in quella stanza mentre spendevi il nostro denaro in oggetti per dipingere o seduto a quella scrivania a scrivere sciocchezze per me. Avrei dovuto spingerti a vendere quei quadri. Erano davvero belli. Ero disperata, anch’io mi sentivo sicura con lo stipendio della fabbrica e non ho saputo vedere il tuo dolore, la tua paura, la tua agonia. Per favore, perdonami, amore mio. Ti prometto che da oggi in poi tutto sarà diverso. Ti amo. Tua moglie”.

Quando il marito tornò dal lavoro, aprendo la porta notò qualcosa di diverso: l’odore di cibo, le candele a tavola, la sua canzone preferita che suonava dolcemente e il biglietto sul divano. Quando la moglie uscì dalla cucina, lo trovò buttato in poltrona che piangeva come un bambino. Corse ad abbracciarlo e non ci fu bisogno di dirsi niente. Piansero insieme, poi lui la prese in braccio e la portò a letto. Fecero l’amore con la stessa passione del primo giorno. Poi mangiarono la cena squisita che lei aveva preparato e risero molto mentre ricordavano aneddoti divertenti che riguardavano i bambini.

Lui la aiutò a sparecchiare come faceva sempre, e mentre lei lavava i piatti vide dalla finestra della cucina che in giardino c’era l’angelo. Uscì piangendo e gli disse: “Per favore, angelo, intercedi per me. Non voglio quest’uomo solo per questo giorno. Ho bisogno di un po’ più di tempo per incoraggiarlo con i suoi quadri e per cercare di ricostruire quelle lettere che aveva scritto solo per me e con tanto amore. Ti prometto che in poco tempo lui sarà felice, e allora sì che potrò andare dove mi porterai”.

L’angelo le rispose: “Donna, non devo portarti da nessuna parte. Sai già dove e come inizia il cielo. Ricordati l’inferno in cui hai vissuto e non dimenticare mai che il cielo è sempre molto vicino”.

La donna sentì la voce del marito che le gridava dalla cucina: “Amore, fa freddo, vieni a letto, domani è un altro giorno”.

Sì, pensò lei, grazie a Dio, domani sarà un altro giorno.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
amorematrimonioperdono
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni