Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Maurizio
home iconChiesa
line break icon

No, l’etica sessuale cattolica non ha avvelenato l’eros…anzi

Pixabay.com/Public Domain/ © AdinaVoicu

Silvia Lucchetti - Aleteia - pubblicato il 06/04/16

Nel corso di un’intervista di presentazione del libro l’autore ha chiarito come la morale sessuale della Chiesa per troppo tempo è stata proposta in una luce negativa, radicata in un pervasivo pessimismonei confronti della sessualità, percepita come peccaminosa e da tenere sotto stretto controllo. Negli ultimi decenni si è assistito nella società occidentale ad un processo radicale di de-tabuizzazione, che purtroppo è andato di pari passo con la banalizzazione e lo svilimento dellasessualità. Con il Concilio Vaticano II si è avuto uno sviluppo positivo di prospettiva: la sessualità non viene più valorizzata solo in funzione della procreazione, ma anche della vita coniugale, in quanto espressione di amore ed elemento indispensabile per la fedeltà e la stabilità della coppia. Ciò ha aperto alla possibilità di considerare la sessualità e il piacere fisico in modo positivo: come qualcosa di buono e di bello, andando di fatto a configurare una nuova morale sessuale.

«Una giusta considerazione della sessualità non la svaluterà unilateralmente né la esalterà idealisticamente; svilupperà piuttosto le potenzialità di umanità che vi sono insite mentre suggerirà il rischio possibile che mediante una falsa o limitata comprensione della sessualità si possa facilmente ledere la dignità della persona. La sessualità ha due volti che non si possono separare e isolare uno dall’altro».

Nel testo viene richiamata la prima enciclica di papa Benedetto XVIDeus caritas est, in cui il Pontefice emerito afferma che se l’eros viene ridotto a erotismo e sesso, l’individuo “viene strumentalizzato sessualmente come oggetto d’uso sessuale”, cioè giunge ad essere considerato in base alla sua attrattiva sessuale e ai relativi comportamenti. Nel suo significato autentico l’eros è la manifestazione sensibile, piacevole e gratificante di quell’energia che porta la persona a travalicare il confine personale per entrare in rapporto con l’altro.

«Disintossicare o svelenire l’eros significa quindi: depurarlo dall’ostilità nei confronti del corpo e della sessualità, ma anche dalla sessualizzazione e dalla banalizzazione. Ciò non avviene quindi né nella sublimazione o nella sacralizzazione dell’eros né nella sua riduzione all’impulso sessuale, bensì nella sua integrazione nella personalità dell’uomo e nella relazione. Una sessualità banalizzata è “una fonte pericolosa per cui tante persone non trovano più in essa l’espressione del proprio amore, ma solo una specie di droga che si somministrano autonomamente. Perciò la lotta contro la banalizzazione della sessualità è anche una parte della lotta perché la sessualità venga valutata positivamente e possa svilupparsi la sua positiva azione nella totalità dell’essere umano”. L’eros, infatti, è gioia di vivere e felicità proprio perché esso non riduce l’uomo alla sua sessualità e perché non si risolve nel piacere di un momento, ma spinge l’uomo ad andare oltre se stesso e ad assumersi la responsabilità verso la persona amata. Con ciò egli si apre a profonde e significative esperienze: per esempio a quella, gratificante e piacevole, della propria crescita nella dedizione alla persona amata».

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
concilio vaticano iideus caritas esterosmorale sessualepapa benedetto xvisessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni