Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconStile di vita
line break icon

Tutto quello che hai sempre voluto chiedere su matrimonio e nullità

MN Studio/Shutterstock

Diane Montagna - pubblicato il 06/04/16

Se ottengo la nullità, i miei figli sono illegittimi?

I figli non sono mai considerati illegittimi. La legittimità dei figli è determinata dalle leggi del Paese, non dalla Chiesa. Come un divorzio non rende i figli illegittimi, non lo fa neanche una sentenza di nullità della Chiesa. Il diritto canonico stabilisce che i figli nati da un’unione che si suppone valida siano figli legittimi. Se in seguito risulta che il matrimonio era invalido, lo status dei figli resta invariato: sono legittimi.

SANTA COMUNIONE E CATTOLICI DIVORZIATI

Perché i cattolici divorziati e risposati civilmente non possono confessarsi e poi ricevere la Santa Comunione?

Si è detto che un cattolico che ha commesso un omicidio può confessarsi, venire assolto e ricevere la Comunione, ma un cattolico divorziato e risposato civilmente no. Qual è la differenza?

Attualmente si discute molto sull’argomento. Essenzialmente, ciò di cui parliamo è il fatto di cercare di restare fedeli all’insegnamento di Cristo sul matrimonio provando allo stesso tempo a rassicurare le persone che hanno sperimentato il dolore di un matrimonio fallito del fatto che dovrebbero ancora vivere la loro fede anche se la loro nuova situazione le mette in disaccordo con l’insegnamento evangelico.

Quando due persone si sposano per la Chiesa, si presume, come detto in precedenza, che il loro sia un matrimonio valido. Visto che entrambi i coniugi sono uniti da Dio nell’unione sacramentale, qualsiasi altro rapporto che sia maritale in natura influisce sul loro matrimonio sacramentale. Se due cattolici quindi divorziano e si risposano civilmente, entrano liberamente in una nuova unione che non può essere riconosciuta dalla Chiesa. Lo sanno e lo sa anche la Chiesa. Visto che il divorzio civile non provoca la nullità, e visto che il matrimonio sacramentale resta intatto, siamo di fronte a una situazione in cui le parti entrano in un rapporto che sarà caratterizzato dal peccato dell’adulterio.

L’insegnamento cattolico sostiene che un atto di adulterio può essere perdonato in confessione a patto che il coniuge sia pentito, cambi la propria vita e desideri tornare al matrimonio. Se il coniuge non ha intenzione di riprendere la vita matrimoniale benedetta da Dio ma desidera persistere nella nuova situazione irregolare, allora siamo di fronte a un caso diverso.

La confessione può risolvere il problema? Andare a confessarsi per cercare il perdono per il peccato di adulterio e poi continuare a vivere la seconda relazione solleva un dubbio sulla sincerità del desiderio di cambiare la propria vita.

Possiamo forse ricordare le parole di Gesù alla donna colta in adulterio. L’ha perdonata, ma le ha detto di non peccare più.

Questo influisce anche sulla questione della Santa Comunione, perché la Chiesa insegna che i suoi figli e le sue figlie devono essere in stato di grazia quando ricevono l’Eucaristia. Se non è così, se una persona vive una relazione e non ha intenzione di regolarizzare la propria situazione, allora l’Eucaristia viene ricevuta in modo indegno.

Quello che spesso può accadere è che una persona senta di non appartenere più alla Chiesa solo perché non può accostarsi alla Santa Comunione. Non è vero. Al contrario, la persona dovrebbe essere incoraggiata a partecipare, ad avere un ruolo nella comunità, a pregare, a frequentare i sacramenti, a fare del bene agli altri, a educare i propri figli sulla via della fede e a cercare di conformare la propria vita alla volontà di Dio malgrado la natura irregolare della situazione.

La persona dovrebbe poi compiere una seria indagine sulla possibilità che il matrimonio venga esaminato in vista di una dichiarazione di nullità. Il vescovo locale potrà aiutare a questo scopo.

Se una persona è divorziata ma non ha un altro rapporto né si risposa civilmente può ricevere la Santa Comunione?

Sì. Per fare un esempio, conosciamo tutti sposi che purtroppo sono stati abbandonati e i cui matrimoni sono finiti senza che ci fossero colpe da parte loro. Similmente, abbiamo sentito di casi in cui le coppie semplicemente non riuscivano più a vivere insieme. Il diritto canonico permette in certe circostanze la separazione dei coniugi mentre il legame matrimoniale continua. In questo caso non c’è niente che impedisca agli sposi di ricevere i sacramenti. La difficoltà sorge solo quando si entra in una seconda unione.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
  • 3

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni