Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 22 Aprile |
San Sotero
home iconSpiritualità
line break icon

Che succede quando invochiamo il potente Nome di Gesù?

Shutterstock / Asier Romero

La-Oracion.com - pubblicato il 04/04/16

Invocarlo è entrare in comunione con Lui e con il suo insegnamento, perché si sa e si crede che è vivo

Il consiglio di agire nel nome di Gesù può sembrare una cosa antica, un tentativo di usare il suo nome come una specie di talismano, come una parola magica. Le autorità dei tempi degli apostoli credevano così, e proibirono a Pietro e a Giovanni di pronunciare quel nome.

àLa virtù del nome di Gesù non implica una forza esoterica, ma il segno trascendente si verifica per la fede nella persona del Signore.

àQuando San Paolo afferma “àNel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terraà” (Fil 2,10), non sta parlando di una formula segreta, ma del trionfo di Cristo su tutti i poteri, una volta che ha realizzato il progetto di Dio, suo Padre, e ha sottomesso tutti i suoi nemici, compresa la morte.

àSan Paolo testimonia come dopo il suo incontro con il Signore, sulla via di Damasco, abbia scoperto che non c’è un altro che possa salvare e abbia raccontato ai discepoli “àcome durante il viaggio aveva visto il Signore che gli aveva parlato, e come in Damasco aveva predicato con coraggio nel nome di Gesùà” (At 9, 27)

àInvocare il nome di Gesù

àPronunciare il nome di Gesù è invocare la sua presenza, credere in Lui, ed è la forza della fede nella sua persona che dà forza e coraggio, anche per condividere con Lui il cammino della Croce.

àSan Giovanni afferma: “àQuesto è il suo comandamento: che crediamo nel nome del Figlio suo Gesù Cristo e ci amiamo gli uni gli altri, secondo il precetto che ci ha datoà” (1 Gv 3, 23).

àIn questa affermazione si riassumono le due dimensioni essenziali, quella trascendente e quella sociale, quella teologale e quella dell’alterità fraterna.

  • 1
  • 2
Tags:
gesù cristopreghieraspiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
3
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo specchio
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni