Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 22 Febbraio |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

Il mendicante chiede l’elemosina, lei gli dà qualcosa di meglio

web-homeless-man-ask-change-c2a9icsnapsshutterstock

©Icsnaps/Shutterstock

John Burger - pubblicato il 01/04/16

La proprietaria di un bar ha visto un grande cambiamento in questo senzatetto dal passato travagliato

Quante volte siete stati fermati da qualcuno che vi ha chiesto “degli spicci” e non avete saputo rispondere? O avete avuto la sensazione che la persona che vi ha chiesto i soldi non era un senzatetto, ma magari un tossicodipendente?

Cesia Abigail, proprietaria di un bar di Minneapolis, ha visto un barlume di redenzione in un mendicante e lo ha aiutato con qualcosa che va oltre l’elemosina.

Circa due settimana fa l’uomo era davanti alla vetrina dell’Abi’s Cafe e la 25enne si è rivolta a lui bruscamente: “Perché non hai un lavoro? Sai che nulla mi è dato gratuitamente, vero?”

“Ho commesso molti crimini e per questo motivo nessuno vuole assumermi”, ha risposto l’uomo, di nome Marcus, provando ad evitare il contatto visivo. “Ho dovuto quindi iniziare a vivere per strade e a ottenere soldi nell’unico modo che conosco: rubando ed elemosinando”.

Gli affari non andavano esattamente a gonfie vele, ma Abigail ha deciso di offrire a Marcus un lavoro come lavapiatti, per quella giornata.

“Vuoi un lavoro? Ne ho uno per te”, gli ha detto Abigail.

Con un grande sorriso, l’uomo ha accettato volentieri l’offerta della donna: “Farò qualsiasi cosa per cibo”.

“Molte persone stanno dicendo che sono stato di benedizione per quell’uomo, ma in realtà ero io ad avere bisogno di benedizione”, ha detto Abigail alla CBS News.

Le sue azioni sono state evidentemente di benedizione: quando lei gli ha offerto un panino, la prima cosa che lui ha fatto è stata di darne metà ad una donna che viveva per strada, proprio fuori dal bar.

“Quello mi ha davvero commossa”, ha ricordato Abigail. Che continua nell’intervista alla CBS:

Dopo aver lavorato per due ore – il numero di ore che Abigail poteva permettersi di pagarlo – Marcus se ne è andato. Per tornare l’indomani.

Per due settimane si è presentato in orario per il suo turno. Il Lunedì dell’Angelo Abigail ha pensato di rendere permanente la sua posizione lavorativa.

“Alcuni ristoranti non permetterebbero neanche di usare il loro bagno”, ha dichiarato. “Io non giudico qualcuno in base al loro aspetto. Va’ e usalo! Non tratto [i senzatetto] in modo diverso”.

Secondo Abigail, se i ristoranti e le attività commerciali non fanno niente per aiutare i meno fortunati, diventano parte del problema.

Adesso il nuovo datore di Marcus trattiene il 10% del suo stipendio per metterlo da parte, in modo da permettergli di avere qualche risparmio.

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
caritalavoro
Top 10
See More