Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 02 Dicembre |
Blanca de Castilla
home iconStile di vita
line break icon

L'amore visto con gli occhi di un bambino

Catholic Link - pubblicato il 01/04/16

di Silvia Ordoñez

Cos’è l’amore? È una domanda a cui è senz’altro difficile rispondere, e un processo che è stato sorprendentemente ben compreso dal bambino che ascolterete.

Mi piaci da che ti ho visto, non prima che non ti conoscevo“, dice il piccolo, facendo forse l’affermazione più importante, perché ci fa capire che non si ama chi non si conosce. Spesso abbiamo preconcetti nei confronti di qualcuno, e quando lo conosciamo di più questa idea può cambiare completamente. Per questo è tanto importante darci il tempo di conoscere l’altro, ancor di più quando questo qualcuno ci interessa al punto da voler avviare una relazione con lui.

All’inizio tutto sembra meraviglioso. Ci lasciamo guidare dalle prime apparenze, dai profili nelle reti sociali, dai commenti degli amici. Vogliamo stare insieme tutto il tempo e non ci sono difetti, solo sentimenti positivi. La chiave è proprio questa: sono solo sentimenti che vanno e vengono. Siamo nella tappa dell’innamoramento, e bisogna saperla distinguere, perché la passione si spegne a poco a poco come la fiamma di una candela, e bisogna sforzarsi per tenerla accesa.

Col passare del tempo non vedremo più l’altro come un essere perfetto: appariranno i difetti e i momenti sgradevoli. È allora che dobbiamo decidere se andare avanti con quella persona, accettandola com’è e accettando anche i nostri difetti. L’amore implica il fatto di capire che a volte dovremo cedere. Se superiamo questa prova, che richiede umiltà e coraggio, inizieremo a entrare nella tappa dell’amore.

L’amore è una decisione. Quando è ormai passato il miraggio dei sentimenti, dovremo impegnarci a dare tutto ciò che abbiamo e ad accettare che anche così ci saranno alti e bassi.

Il bambino del video dice in seguito: “Sei bella e hai le lentiggini”, cioè le vuole bene per quello che è. Quello che dice dopo, anche se fa ridere, è una grande verità: “Se ti piaccio anch’io poi ci sposiamo; non oggi, che ho il nuoto”. Questo implica varie cose: in primo luogo l’importanza di prendere decisioni insieme, il fatto che entrambi stiano vivendo le stesse tappe, che sentano e pensino al rapporto allo stesso livello. Per pensare al matrimonio come al passo definitivo bisogna agire al momento giusto, senza fretta, senza pressioni esterne da familiari e amici o pressioni proprie, perché il matrimonio non è sempre una luna di miele, e bisogna quindi essere consapevoli di tutte le sue implicazioni.

Il contrasto tra la coppia di anziani e il racconto del bambino ci aiuta a capire perché si deve vivere ciascuna di queste tappe al momento giusto e viverle in pienezza: innamorarsi dell’altro e conoscersi, decidere di amare l’altro e alla fine fare il grande passo di sposarsi.

Il video ci mostra infine come all’interno del matrimonio l’impegno e la fedeltà debbano mantenersi presenti ogni secondo, anche di fronte a problemi e complicazioni. E a volte, anche se c’è l’impegno, serve un sostegno che va al di là di ciò che è umano, quella forza che possiamo trovare solo nell’Amore Supremo.

Alla fine appare questa frase: “Se lo scrivi dura”. Mi fa pensare a un’analogia: per scrivere dobbiamo passare per un processo di ricerca, poi comprenderemo il tema, e scrivere è l’ultima tappa. Come con l’amore vero: prima conosci e poi ami, e “se ami dura”.

Ecco infine un pensiero per approfondire quello di cui stiamo parlando:

“Il vero amore cresce con le difficoltà, quello falso si spegne. Per esperienza sappiamo che quando sopportiamo prove difficili da parte di qualcuno che amiamo l’amore non si distrugge, ma cresce”.

San Tommaso d’Aquino

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
amorebambinifidanzamentoinnamoramentomatrimoniosentimenti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni