Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconStile di vita
line break icon

Il cristianesimo è per i perdenti

Dominio pubblico

David Mills - pubblicato il 30/03/16

“E’ una tentazione umana universale, ma è accentuata dal clima di consumismo. Basta guardare all’industria della castità nel mondo cattolico. Molta di quella roba è costruita su una velata e sottile versione della ‘teologia dell’avere la migliore vita possibile qui ed ora’. Non tutti sono così, certo, ma anche le persone migliori mostrano un aspetto del genere. Volete avere il migliore sesso di sempre? Aspettate il matrimonio! Ho seguito il piano di Gesù per la mia vita sessuale e non devo preoccuparmi delle malattie veneree! Ho aspettato fino al matrimonio e ho chiesto la mano di Miss Chattanooga, e wow, abbiamo ora una meravigliosa unione sessuale approvata da Dio! E ancora punti esclamativi su punti esclamativi”.

Gesù ha scelto come suoi più stretti amici, come suoi compagni, gli equivalenti del I sec. degli idraulici. Quando, dopo una lunga giornata chiudeva la porta per lasciarsi andare su una sedia, erano queste le persone con cui parlava. Frequentava prostitute, ubriaconi e criminali da poco (gli esattori delle tasse) – i perdenti del mondo – e i farisei, che i Vangeli mostrano essere stati perdenti a modo loro. Ma i primi lo sapevano, i secondi no.

Il perdente che sa di esserlo può più facilmente dare la propria vita al perdente che è morto sulla croce. Perché le prostitute, gli ubriaconi e i criminali sapevano di essere gli ultimi del mondo – la società non perdeva occasione per farglielo notare – ed erano più propensi ad ascoltare e ad accettare il salvatore che ha detto: “Prendete questo, è un dono. Non uscirete dalle vostre situazioni confidando su voi stessei. Continuerete a fare errori e a rovinare ogni cosa. Ma io vi amo e voglio che siate felici”.

(Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista)

  • 1
  • 2
Tags:
stati unitivita spirituale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni