Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Luglio |
San Pantaleone
home iconSpiritualità
line break icon

La Pasqua deve aspettare; prima andiamo verso la Croce

© Mazur/catholicnews.org.uk

padre Robert McTeigue, SJ - pubblicato il 24/03/16

Se cerchiamo Cristo senza la croce, avremo la croce senza Cristo

Siete pronti per la Pasqua? Spero di no.

Lasciatemi spiegare. Se per “pronti per la Pasqua” intendiamo:

  • Sono stanco della Quaresima e non vedo l’ora di tornare a tutte le cose a cui ho rinunciato nel periodo quaresimale;
  • La Quaresima è deprimente e non vedo l’ora di ascoltare qualche “alleluia” (anche se in genere non dico “alleluia” in altri periodi dell’anno);
  • Non vedo l’ora di ascoltare qualche inno diverso da quelli un po’ tristi che ho sentito in queste settimane;
  • Sono stanco di dovermi sentire peccatore come si fa in Quaresima (fondamentalmente sono una brava persona), e non vedo l’ora di ricevere dalla Pasqua il permesso di sentirmi nuovamente bene con me stesso.

Se è questo che intendiamo con “pronti per la Pasqua”, allora, caro Dio, spero che nessuno di noi sia pronto per la Pasqua!

Insito nella nostra natura umana caduta c’è il desiderio di ottenere qualcosa dal nulla (o almeno al minor costo possibile). In questo caso vogliamo la gioia della Pasqua senza una Quaresima che condivida la Passione e la Morte di Cristo. San Cirillo di Gerusalemme ci mette in guardia contro questa tentazione. Istruendo i catecumeni, scrive: “Il dragone siede sul lato della strada guardando chi passa. Fate attenzione a non farvi divorare. Andiamo dal Padre delle Anime, ma è necessario passare accanto al dragone”.

Il modo più sicuro per superare il dragone è la via della croce, che è proprio quello che non vogliamo. Nella nostra debolezza, ci diciamo che vogliamo il mistero e la realtà della Quaresima e la gloria e la gioia della Pasqua, ma più spesso quello che vogliamo (e mi guardo allo specchio mentre lo scrivo) è il senso di dolore della Quaresima seguito dal senso di gioia della Pasqua. Fingiamo di essere addolorati per il fatto di essere peccatori e poi fingiamo di provare gioia per il fatto di essere stati salvati. Non è un vero sentimento, ma puro sentimentalismo.

L’autrice Flannery O’Connor ci mette in guardia molto chiaramente da questi sentimenti:

Con la caduta abbiamo perso l’innocenza e il nostro ritorno a quello stato avviene attraverso al Redenzione, determinata dalla morte di Cristo e dal nostro lento parteciparvi. La sentimentalità, saltando a pié pari questo processo nella sua realtà concreta, è un approdo prematuro ad un illusorio stato di innocenza che evoca fortemente il suo contrario. (…) In questa pietà popolare si guadagna in sensibilità e si perde in visione. Se sentivano meno, altre epoche vedevano di più, anche se vedevano con l’occhio cieco, profetico, insensibile dell’accettazione, vale a dire della fede. Ora in assenza di questa fede siamo governati dalla tenerezza. Una tenerezza che da tempo, staccata dalla persona di Cristo, è avvolta nella teoria. Quando la tenerezza è separata dalla sorgente della tenerezza, la sua logica conseguenza è il terrore. Finisce nei campi di lavoro forzato e nei fumi delle camere a gas.

  • 1
  • 2
Tags:
crocemistero pasqualepasquapassione di cristo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
4
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
5
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
6
don Marcello Stanzione
Fra Modestino da Pietrelcina rivela: Padre Pio ha visto mio padre...
7
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni