Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 11 Maggio |
home iconStorie
line break icon

Abusata da un prete, poi consacrata a Dio. L’incredibile storia di Giulia

Piotr Marcinski/Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 23/03/16

IL MONASTERO

Giulia vuole iniziare una nuova vita ripartendo dal… Signore. Da colui da cui non si era mai sentita abbandonato, neppure quando era immersa nel tunnel del Lupo. «Da allora la mia vita è andata avanti, oggi sono una donna matura, consacrata a Dio, con un servizio di apostolato e un lavoro professionale. Già intorno ai 20 anni, al di là degli studi di sociologia, mi interrogavo sulla mia vocazione e chiedevo al Signore di farmi capire che cosa volesse da me, come e dove impegnare la mia vita. Un’estate avevo trovato anche il coraggio di andare una settimana da sola a pregare in un monastero di clausura».

IL DISCERNIMENTO

Quei giorni di preghiera rappresentano la svolta. Giulia inizia il cammino di discernimento e di formazione, approfondisce la sua spiritualità, intraprende il cammino di Noviziato e…trova la forza per confessare ad una suora, per la prima volta, la storia di abusi. Man mano riprende in mano la sua vita. La vita di Congregazione e la presenza di Gesù al suo fianco sono i germogli di un nuovo cammino.

LA RISCOPERTA DEL PROPRIO CORPO

In quel periodo la scoperta «è stata quella di avere un corpo, un fisico femminile, con le sue curve, i suoi seni… Per oltre trent’anni il mio corpo – né bello né brutto – era rimasto sepolto, ingabbiato, lo consideravo un accessorio e non parte della mia identità. Ora invece iniziavo a riappropriarmene, a riscoprire in me stessa la sensualità, la sessualità».

GESU’ E FRANCESCO

Se dopo l’abuso «nulla è come prima», la forza di rialzarsi l’ha portata a ritrovare due guide spirituali con le quali intende camminare nella sua nuova vita: Gesù e Papa Francesco. «Ritrovo in lui lo stesso stile gesuitico del cardinal Martini, sobrio, semplice e profondo al tempo stesso, la capacità di creare un ponte tra la Parola e la vita di tutti i giorni, l’immediatezza delle sue parole, che diventano comprensibili da tutti, credenti e laici, e da entrambi».

in lui lo stesso stile gesuitico del cardinal Martini, sobrio, semplice e profondo al tempo stesso, la capacità di creare un ponte tra la Parola e la vita di tutti i giorni, l’immediatezza delle sue parole, che diventano comprensibili da tutti, credenti e laici, e da entrambi».

Il volume sarà disponibile in libreria ed ebook dal 31 marzo 2016

Giulia_e_il_lupo_Cop_Fronte
  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
abusipreti pedofilirecensioni di libri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni