Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 22 Febbraio |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

In questa Settimana Santa, scegli LENTAMENTE i tuoi calzini

web-sock-drawer-africa-studio-shutterstock_2468038721

Studio Shutterstock

Suor Theresa Aleteia Noble - pubblicato il 22/03/16

Una lezione per essere presenti nel mondo

Questa Quaresima è stato un turbinio di eventi.

L’atmosfera circense del periodo elettorale, i viaggi e il lavoro mi hanno tenuta impegnata e distratta.

Giorni fa i membri di una comunità locale dell’Arca sono venuti nel nostro convento e hanno offerto una presentazione della loro attività. L’Arca è un movimento mondiale fondato da Jean Vanier in cui persone con disabilità mentali vivono con degli “assistenti” in un’atmosfera familiare e casalinga.

Durante la presentazione, una delle assistenti, Emma, ha condiviso l’esperienza che ha vissuto aiutando una persona di nome Katie a scegliere un paio di calzini per la giornata.

Quelli con i trifogli? No.

Calzini porpora a pois gialli? No.

Katie esaminava i calzini e poi li metteva accuratamente da parte.

“Mentre ero lì, pensavo…”, ha detto Emma.

Prima che finisse, ho terminato nella mia mente la frase che stava pronunciando: “Che noia! Quanto ci vorrà? Arghh!”

Ma non è quello che ha detto. “Pensavo: ‘Sono davvero fortunata ad essere qui, ad essere presente nel mondo, anche solo per un secondo, come lo è Katie’”, ha concluso Emma.

Essere presenti nel mondo.

Di recente sono andata a casa e ho passato un po’ di tempo con mia nipote di tre anni, Ella. Un giorno, mentre stavamo uscendo di corsa, Ella ha insistito a volersi chiudere da sola le quattro chiusure a strappo delle scarpe.

“Andiamo di corsa, Ella!”, ho detto irritata.

Ella mi ha guardato completamente serena, come se avessimo tutto il tempo del mondo, e ha detto con decisione: “Faccio da sola”.

Questa Settimana Santa prendo spunto da Ella e Katie, due persone che approcciano la vita in un modo che permette loro di assaporare ogni momento.

Le nuvole di incenso del Giovedì Santo, il dramma oscuro del Venerdì Santo giustapposto all’oro e al bianco dei gigli che riempiono la chiesa nella Veglia di Pasqua.

Voglio assaporare, toccare e sentire ogni momento di questo Triduo Santo, questa pausa nell’anno, questo dono che ci permette di celebrare il fatto di essere stati salvati.

Possiamo sentirci persi nel turbinio della nostra vita e degli eventi che si susseguono, ma siamo stati salvati.

Siamo stati salvati.

Solo per questa settimana, mi rifiuto di uscire dai binari. Entrerò nel silenzio della salvezza, nella pausa del nostro ciclo liturgico, nell’epicentro della storia con Gesù.

Il circo proseguirà, ma nel frattempo spero che possiate trovarmi, come Ella e Katie, presente, con Gesù.

Suor Theresa Aletheia Noble, fsp, è autrice di The Prodigal You Love: Inviting Loved Ones Back to the Church. Di recente ha pronunciato i primi voti con le Figlie di San Paolo. Ha un blog su Pursued by Truth.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
lentezzasettimana santa
Top 10
See More