Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
San Matteo
home iconSpiritualità
line break icon

Dio non è “simpatico”

Nito/Shutterstock

Meg Hunter-Kilmer - pubblicato il 21/03/16

La chiamata che avete ricevuto è alla libertà, alla gioia, alla consapevolezza di essere amati. Ma è anche una chiamata all’azione. Siete chiamati a testimoniare, a perdonare, a contemplare. Siete chiamati ad amare. Non ad essere simpatici, ma ad essere amorevoli. Siete chiamati a sacrificarvi per amore degli altri, anche degli estranei e dei nemici.

Se non lo fate, anche se costringete Dio, nella sua misericordia, a nascondervi il suo volto, rimarrete suoi. Ma visto che vi ama, può entrare nella vostra vita in modi che fanno male. Può spezzare i vostri idoli, abbattere le vostre sicurezze e costringervi ad affrontare il vostro peccato. Può darvi un’opzione: vivere per lui o smettere di fingere. In poche parole, può rovinarvi la vita. Ma la restituisce sempre migliore, anche se a volte ci vuole un po’ perché diventi chiaro.

In periodi come questi, faremmo bene a ricordare la saggezza di C. S. Lewis quando parlava della figura di Cristo in Il leone, la strega e l’armadio: “Sicuro?”, disse il signor Beaver. “Non senti quello che ti dice la signora Beaver? Chi ha detto niente sulla sicurezza? Ovviamente non è al sicuro. Ma sta bene”.

Non abbiamo bisogno di un Dio sicuro, simpatico o piacevole. Abbiamo bisogno di un Dio buono, anche se fa male. Dobbiamo morire a noi stessi se vogliamo risorgere. Lodate Dio perché si ritiri tanto da far sì che il suo amore duraturo possa trasformarci nei grandi santi che aveva in mente quando ci ha creati. Anche se a volte questo ci rovina la vita.

Meg Hunter-Kilmer scrive per il suo blog, “Held by His Pierced Hands”, e viaggia in tutti gli Stati Uniti per parlare a giovani e adulti, guidando ritiri e missioni parrocchiali.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
clive staples lewisdiosicurezza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni