Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 25 Gennaio |
Conversione di Paolo
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Sull’infallibilità papale, risposta agli errori di Hans Küng

GERMANY-SWITZERLAND-RELIGION-KUENG

© DANIEL BOCKWOLDT / GETTY

Unione Cristiani Cattolici Razionali - pubblicato il 18/03/16


Policarpo di Smirne la considera maestra delle altre, e Tertulliano“norma della verità”, arbitro della comunione. Nessuno, infatti, considerava un’ingerenza il fatto che il vescovo di Roma si occupasse anche delle controversie presenti in terre lontane, per esempio a Corinto, chiedendo “ubbidienza a quanto Gesù ha detto tramite nostro”. Anche in campo liturgico, le disposizioni provenienti da Roma erano accolte universalmente. Un importante esempio è quello della festa di Pasqua, che veniva inizialmente celebrata in date diverse nelle rispettive comunità cristiane presenti dalla Gallia alla Mesopotamia: fu il vescovo di Roma, San Vittore, a imporre un’unica data liturgica, questo mostra che, ancora nel secondo secolo, in piena epoca di persecuzioni, il papa aveva consapevolezza della propria superiore responsabilità. Anzi, spesso erano le diverse chiese del mediterraneo a rivolgersi a Roma per dirimere le questioni.

A fugare ogni dubbio sulla preminenza del mandato petrino già a quei tempi, basterebbe quanto scrisse Sant’Ireneo, vescovo di Lione tra il 160 ed il 202: “Per stabilire ciò, non è necessario un confronto fra tutte le chiese: basta essere in comunione con quella romana, la chiesa più grande e la più antica, a tutti nota, fondata e istituita dai due gloriosi apostoli Pietro e Paolo. Su questa infatti, per la sua alta posizione di preminenza, devono necessariamente essere in comunione tutte le altre chiese esistenti in ogni parte del mondo, perché in essa è sempre stata conservata la tradizione degli apostoli” (Adversus Haereses, III,3,2; quasi a sottolineare quanto detto S. Ireneo fa seguire l’elencazione dei papi dall’inizio fino al suo tempo, terminando con queste parole: “In questo ordine e attraverso questa successione sono pervenute fino a noi la tradizione che è nella Chiesa a partire dagli Apostoli, e la predicazione della verità).

Per tutto questo la cattedra di Roma, fin dall’inizio, viene guardata come principio di unità nella Chiesa. San Cipriano, vescovo di Cartagine (200-258), relativamente all’autorità di Roma, faceva già uso dell’espressione “cattedra di Pietro”. Per esempio, riferendosi agli eretici, scrive: “Essi osano pure andare alla cattedra di Pietro ed alla Chiesa principale, da cui deriva l’unità del sacerdozio”. Ben prima dell’era di Costantino, la Chiesa di Roma era dunque già definita (peraltro da un’altra diocesi ben distante) “Chiesa principale” e cattedra episcopale “da cui deriva l’unità del sacerdozio”. E perfino (già a quel tempo!) “principio di unità ed infallibilità”.

—–

Stefano Biavaschi è assistente alla Cattedra di Teologia presso l’Università Cattolica di Milano.

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
infallibilita papaleteologia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni