Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Luglio |
San Pietro Crisologo
home iconStile di vita
line break icon

Ho deciso di divorziare e me ne sono pentito

Shutterstock / stefanolunardi-AI

Orfa Astorga - pubblicato il 16/03/16

Una testimonianza per aiutare il discernimento

Ho proposto alla mia ex moglie di divorziare da persone civili – senza acrimonia o offese. Le ho chiesto di curare i documenti senza l’aiuto di terzi: un accordo per gli alimenti manipolato, la divisione dei beni e il concordare la custodia e il tempo da condividere con i nostri figli. Era, le ho detto, la cosa più ragionevole, quella più intelligente da fare.

Al colmo del cinismo le ho proposto di restare buoni amici. E lei, stanca, ha acconsentito.

Poi è stato tutto una bugia. Niente può finire bene quando dentro si è rotto qualcosa con un danno irreparabile. Un danno che ha lasciato una conseguenza imprevedibile sulla vita sua e dei nostri figli, trasformando tutti noi in esseri infelici.

Le mie motivazioni? Avevo un’altra relazione, e cercavo di convincermi che era il momento in cui avevo davvero la libertà di scegliere, quando è stato proprio per la mia libertà che ho provocato tutto.

Il mio primo matrimonio è stata un’autentica storia d’amore stroncata dalla mia immaturità e dal mio egoismo. Una storia in cui quello che poteva e avrebbe dovuto essere non è stato perché è intervenuta la mia libertà. La vita mi ha fatto vedere che in quel periodo ho sempre scelto quello che non avrei dovuto.

L’uomo che si sposa rinuncia a tutte le altre donne per la persona scelta, e tuttavia ho scelto di non essere fedele a mia moglie.

Quando ho percepito in lei difetti e limiti, come ne abbiamo tutti, ho scelto di non accettarli.

  • 1
  • 2
Tags:
divorziomatrimonio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni