Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Chiesa

Capi di Stato cattolici con matrimoni «irregolari», il Papa cambia il protocollo

©ServizioFotograficoOR/CPP

Andrea Tornielli - Vatican Insider - pubblicato il 03/03/16

Novità dopo l'udienza al presidente argentino Mauricio Macri: la consorte sposata in seconde nozze non sarà più salutata a parte dal Pontefice

È un cambio di protocollo che la Segreteria di Stato ha studiato appositamente, su richiesta di Papa Francesco. Le circostanze hanno fatto sì che, per la prima volta, sia stato applicato proprio in occasione della visita in Vaticano del nuovo presidente dell’Argentina Mauricio Macri, ricevuto in udienza da Papa Francesco sabato 27 febbraio. D’ora in avanti i capi di Stato cattolici con situazioni matrimoniali irregolari potranno portare il loro coniuge in presenza del Papa e comparire nelle foto di gruppo ufficiali al momento dello scambio dei doni. Fino a oggi, invece, in questi casi, la consorte o il consorte attendevano in un’altra sala e al termine dell’udienza il Papa li salutava separatamente.

A rendere noto per primo il cambiamento, è stata la giornalista Elisabetta Piqué sul quotidiano La Nación.

Fonti della Segreteria di Stato hanno confermato a Vatican Insider che si tratta di un cambiamento destinato a valere d’ora in poi per ogni capo di Stato cattolico in visita ufficiale in Vaticano. Il protocollo tradizionale stabiliva infatti che si tenesse conto, soltanto nel caso dei leader di fede cattolica – dunque figli spirituali della Chiesa – della «regolarità» della situazione matrimoniale secondo la normativa canonica.

I primi a sperimentare questa nuova formula sono stati il neo-presidente argentino Mauricio Macri e la sua terza moglie, Juliana Awada. All’origine della decisione papale c’è un episodio accaduto più di due anni fa, quando un capo di Stato latinoamericano, sposato solo civilmente, aveva incontrato il Papa che alla fine aveva salutato la consorte in separata sede. Aveva cominciato allora a maturare l’idea di cambiare la regola protocollare fino a quel momento seguita. Nell’incontro con i giornalisti sul volo di ritorno dal Messico, lo scorso 17 febbraio, Francesco, parlando dei divorziati risposati, aveva detto: «La parola-chiave che ha usato il Sinodo – e io la riprenderò – è “integrare” nella vita della Chiesa le famiglie ferite, le famiglie di risposati». Il cambio di protocollo è un piccolo segno in questa direzione.

LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
papa francescovaticano
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni