Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 27 Febbraio |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Un guru dell’auto-aiuto salva una piccola mensa gestita da tre suore

Tony Robbins

San Francisco Chronicle

Zoe Romanowsky - Aleteia - pubblicato il 01/03/16

Quando il guru motivazionale e autore di best-seller Tony Robbins ha saputo quanto stava accadendo alla mensa della Fraternità Nosapustra Signora Maria di Nazareth, situata in una delle vie più disagiate di San Francisco, ha deciso di farci un salto la scorsa settimana.

La piccola mensa di Turk Street, gestita da tre suore francesi, versava in gravi difficoltà. Le suore, che sfamano da otto anni centinaia di senzatetto, vivevano nel retro della struttura, ma di recente il proprietario aveva dato loro un ultimatum: pagare il 60% di affitto in più ogni mese o andarsene via.

L’unica fonte di reddito delle suore sono le torte e i pasticcini che vendono nei mercatini locali. Secondo il San Francisco Chronicle, se non avessero pagato le suore avrebbero dovuto andarsene entro un mese.

Le religiose appartengono all’ordine della Fraternità di Notre Dame, fondato in Francia nel 1977. Secondo un articolo pubblicato sul Washington Post, ogni giorno danno da mangiare a più di 300 persone, oltre a portare pasti agli anziani e ai malati di AIDS. Vorrebbero anche avviare un programma per prendersi cura delle famiglie. Una bella favola, insomma, che stava per finire. Fino a quando non è arrivato Robbins.

Dopo aver parlato con le suore per un’ora, Robbins è rimasto così toccato da dare loro un assegno di 25.000 dollari. E non è stato tutto qui. Con l’assistenza di Mary Valerie, del quartier generale dell’ordine di Chicago, e dell’avvocato pro bono della suora, Robbins e il suo staff hanno parlato con l’avvocato del proprietario e sono giunti a una “tregua”.

“Il proprietario dell’edificio è un uomo d’affari, ed è il suo business. Aveva bisogno di una via di fuga. È un modello di come fare le cose. Vincono tutti”.

Robbins ha detto alla stampa che le suore possono usare l’assegno che ha dato loro più altri 25.000 dollari che ha promesso per l’anno prossimo per spostarsi in una nuova sede qualora fosse necessario. Ha anche detto che se serve “arruolerà” alcuni dei suoi amici più potenti in città per aiutare a trovare una nuova sede.

Anche altre persone stanno iniziando a rispondere ai bisogni delle suore. The Good News Network riferisce che il presidente della Mason-McDuffie Mortgage Corp. di San Ramon, Marilyn Richardson, ha istituito una pagina di raccolta fondi che in due giorni ha già ottenuto più di 10.000 dollari.

Anche se Robbins è oggi uno scaltro uomo d’affari estremamente ricco, non è sempre stato così. È cresciuto infatti nella povertà, e a un certo punto è anche stato un senzatetto.

“Quando ero un senzatetto avevo una macchina in cui dormire. Ero fortunato”, ha detto Robbins a Mary Valerie e a suor Mary Benedicte, che lo ha incontrato mentre l’altra suora della mensa, suor Mary of the Angels, era fuori a distribuire cibo. “Non ho mai dimenticato quell’esperienza. Mi ha cambiato…”

Nessuna delle suore sapeva chi fosse Robbins – non ne avevano mai sentito parlare –, ma sono rimaste sorprese e colpite dal suo aiuto generoso. Anche Robbins è sembrato sinceramente toccato dall’incontro: “ha baciato la mano di Mary Valerie, l’ha abbracciata e le ha detto: ‘Sei bellissima’. La suora – che come le altre non aveva mai sentito parlare di Robbins – è rimasta per un attimo interdetta. ‘Non piangeremo più?’, ha chiesto Mary Valerie con il suo spiccato accento francese. ‘Non piangerete più’, ha risposto Robbins sorridendo”.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
chiesa cattolicasuore
Top 10
See More