Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 06 Dicembre |
Beato Filippo Rinaldi
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

8 modi in cui Facebook può distruggere il tuo matrimonio

Actualidad y Anàlisis - pubblicato il 23/02/16

Uno studio sottolinea il rapporto tra l'uso di questa rete sociale e i problemi coniugali

Facebook può essere motivo di divorzio? Risponde a questa domanda Social network sites, marriage well-being and divorce: Survey and state-level evidence from the United States, uno studio promosso dalla Pontificia Università Cattolica del Cile, una delle più prestigiose a livello mondiale, le cui conclusioni indicano che in effetti c’è un collegamento tra l’uso di questa rete sociale e i problemi coniugali.

Un articolo pubblicato dal The Christian Post(Facebook Users Are More Likely to Divorce, Study Finds) mostra che solo negli Stati Uniti la American Academy of Matrimonial Lawyers ha constatato un aumento di oltre l’80% dei problemi coniugali a causa dell’uso delle reti sociali. Ecco le 8 manifestazioni concrete che possono servire come test per verificare se stai mettendo in pericolo il tuo matrimonio:

1. Controllare Facebook sul telefono anziché parlare con il tuo partner

Secondo il Daily Mail, una nuova ricerca afferma che la gente passa più tempo con lo smartphone che con il coniuge. Le persone tendono a usare lo smartphone per 119 minuti al giorno contro i 97 trascorsi con il partner.

2. Ti preoccupa più quello che pubblicano gli altri che quello che fa il tuo partner

Alcuni lo chiamano “effetto Instagram”, ma l’idea è semplice: ci si preoccupa più di quello che amici e familiari stanno pubblicando su Facebook che di quello che sta facendo il partner di fronte ai propri occhi. Instagram ha più di 150 milioni di utenti (molti dei quali postano anche su Facebook), e la gente va a controllare cose che richiamano la sua attenzione e che allontanano dal coniuge.

3. Non metti “Mi piace” allo status del tuo partner

Può sembrare una cosa da poco, ma è molto importante. Blogger e siti web hanno scritto molto sugli effetti di dare un “Mi piace” allo status di qualcuno, soprattutto perché un gran numero di “Mi piace” implica che chi lo dà è interessato a chi lo riceve. Se non si mette “Mi piace” al proprio partner, si può dare l’impressione che non interessi.

  • 1
  • 2
Tags:
facebookrelazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni