Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Dolore, angoscia, solitudine? Questa canzone è per te!

Condividi

Deserto

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

“Ha vinto anche nel deserto”. Con questa frase, il cantante André Luiz, del gruppo Yahweh, che è anche il compositore della canzone “Deserto”, una delle tracce del CD omonimo lanciato nel 2014, scalda il cuore di chi ha l’anima profondamente assetata.

La canzone allude agli ultimi momenti di Gesù prima della crocifissione, episodio nel quale si afferma che ha sudato sangue tanto era angosciato: “In preda all’angoscia, pregava più intensamente; e il suo sudore diventò come gocce di sangue che cadevano a terra” (Luca 22, 44). È nel deserto che Gesù si prepara alla sua missione più impegnativa: donarsi interamente all’umanità attraverso la morte in croce.

In modo poetico, il gruppo esprime anche la traiettoria di chi si trova nel deserto dell’anima, nell’agoscia, nel dolore, sottolineando parallelamente la vittoria di Cristo sulla morte, sulla solitudine e sulla mancanza di senso.

“E la sete dell’anima finiva nella preghiera”, dice la canzone.

Con la partecipazione speciale di padre Fábio de Melo, il video ha ricevuto migliaia di visualizzazioni su YouTube, configurandosi come uno dei lavori grafici di maggior successo del gruppo. Non ve lo perdete!

Mirti Medeiros

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.