Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Nel cuore di Napoli alla ricerca della “sedia della fertilità”

Condividi

Sono sopratutto le giovani spose che si recano nella stanza di Santa Maria Francesca per ricevere una grazia

Nel centro storico di Napoli esiste la “sedia della fertilità”. Si trova all’interno del santuario dedicato a santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe, unica napoletana finora canonizzata, i cui resti mortali sono venerati in una cappella del santuario (Città Nuova, 6 febbraio)

Su quella sedia era solita sedersi Santa Maria Francesca, donna nota per i miracoli e guarigioni, e ogni giorno, ormai da più di due secoli accorrono ogni giorno i devoti della santa per visitare la camera dove è conservato il letto sul quale questa terziaria francescana alcantarina morì il 6 ottobre 1791.

IL BACIO DELLA RELIQUIA

Qui i devoti (molti i giovani d’ambo i sessi) aspettano il loro turno per sedersi sulla sedia adoperata da lei negli ultimi anni, mentre una suora fa baciare una reliquia della santa e recitare una preghiera. È una “Figlia di santa Maria Francesca”. «Le nostre suore»: così, semplicemente, vengono chiamate nei Quartieri Spagnoli le religiose appartenenti a questa congregazione nata nel 1884, che oggi attende all’apostolato e all’educazione dei fanciulli poveri della zona.

AMATA DALLE DONNE

La sedia invece è venerata come un reliquia perché a sedervisi per invocare il patrocinio di santa Maria Francesca sono soprattutto giovani spose in attesa di un figlio o che lo desiderano; ma anche madri o padri bisognosi di aiuto celeste per la loro prole, per ottenere guarigione da una malattia o un lavoro, o per altre necessità. Padre Agostino Esposito, responsabile del santuario, spiega: «La Santa è molto amata non solo dalle donne che sperano di diventare madri, ma anche dalle persone malate e dagli uomini, che sperano che ella possa risolvere i loro problemi di salute» (Napoli Today, aprile 2013)

IL SIMBOLO DEI “QUARTIERI”

E’ lungo l’elenco di grazie accordate per intercessione della santa, lei che in questi popolosi Quartieri Spagnoli è sempre stata amatissima perché dal popolo proveniva e per esso si prodigò fino all’ultimo respiro. Grazie alle relazioni intrattenute con personalità civili ed ecclesiastiche del suo tempo, influì in qualche modo anche sulla società che la circondava.

DALLE VISIONI ALLE PENITENZE

Santa Maria Francesca si distinse, anche per il suo amore per l’Eucaristia, le inaudite penitenze,  i doni di premonizione, le visioni (Gesù si presentava a lei “alla napoletana”, facendosi chiamare don Salvatore Buonocore; l’arcangelo Raffaele la proteggeva dai cattivi incontri e l’aiutava a comunicarsi quotidianamente…).

CHIEDI L’INTERCESSIONE DI SANTA FRANCESCA

Esiste una preghiera attraverso cui chiedere l’intercessione della santa per ottenere una grazia legata alla gravidanza che si porta in grembo, oppure invocarla per chiedere di restare incinta.

Preghiera

Mi congratulo con Voi, o prima Vergine Santa della città di Napoli, gloriosa Santa Maria Francesca, per i copiosi favori dal cielo a Voi compartiti; e vi prego a moltiplicare su di me gli effetti della vostra carità e protezione, con l’ottenermi dal Signore quella grazia, che tanto io desidero (qui si chiede la grazia).

Ed acciochè vi impegnate con le vostre preghiere innanzi a Dio ad ottenermela, io adoro, benedico e ringrazio la SS. Trinità per le tante grazie che vi fece, specialmente con l’avervi, non ancora uscita alla luce, fatta preannunciare con due distinte profezie, qual poi foste una Santa.

Inoltre adorare Gesù Sacramento fin dal seno materno, adornata di doni e virtù sovrumane, ed onorata dalla sua familiarità e compagnia quasi per tutta la vostra vita, decorandovi di tutti i tratti, della sua Passione, fregiando il vostro cuore di quella somma carità serafica verso Dio ed il prossimo.

Adunque o diletta Sposa di Gesù Cristo, se il vostro Sposo tanto vi amò, fatemi sperimentare gli effetti della vostra protezione ora che state alla sua presenza, per trovare la pace del mio cuore nel conseguimento della grazia richiesta.

3 Gloria al Padre

Prega per noi, Santa Maria Francesca
Affinchè diventiamo degni delle promesse di Cristo

Amen.

 

 

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.