Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 16 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Può un ortodosso prendere la comunione in una chiesa cattolica?

Eucaristia e esposos – it

Creative Commons

Padre Henry Vargas Holguín - Aleteia - pubblicato il 03/02/16

La Chiesa cattolica e quella ortodossa hanno molto in comune

Prima di tutto è bene sapere che le Chiese ortodosse hanno conservato la successione apostolica, il sacramento dell’Ordine, tutta la ricchezza dell’Eucaristia e condivide con la Chiesa cattolica anche la stessa parola del Signore. Questo è quello che la Chiesa cattolica e quella ortodossa hanno in comune.

E sebbene l’unione tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa non sia ancora completa, è già perfetta nella grazia, attraverso i sacramenti.

Per questo motivo i cattolici possono ricevere i sacramenti dell’Eucaristia, della Penitenza e dell’Unzione degli infermi in una chiesa ortodossa; per esempio, un turista in una regione dove non ci sono chiese cattoliche può andare da un ministro ortodosso (Decreto Unitatis redintegratio del CVII, 16) (Canone 844, 2).

E, viceversa, i sacerdoti cattolici possono amministrare questi tre sacramenti ai fedeli ortodossi che ne faccia richiesta in presenza di un motivo per giustificarlo. (Decreto Orientalium Ecclesiarum CVII, 27) (Canone 844, 3).


Leggi anche: È «valida» per un cattolico l’Eucaristia in una chiesa ortodossa?

Tags:
chiesa ortodossacomunioneecumenismoliturgia
Top 10
See More