Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della Misericordia

Condividi

"Bienvenida tu Misericordia"

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Tu asciugherai le nostre lacrime

“Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia.
È fonte di gioia, di serenità e di pace. È condizione della nostra salvezza.
Misericordia: è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità.
Misericordia: è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro.
Misericordia: è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita.
Misericordia: è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato”.

Tratta dall’ultimo album di Pablo Martinez, “ ESTAS” , “Bienvenida tu Misericordia” non è solo una canzone, ma il risultato di un incontro. L’incontro con la bontà infinita di un Dio che si mostra vicino all’uomo, vicinissimo, in tutte le sue necessità. Pablo Martínez, musicista nonché insegnante di Teologia, dà il suo benvenuto alla misericordia e ci invita ad accoglierla, perché, sostiene l’artista, “di fronte alla violenza del mondo di oggi è necessaria la presenza misericordiosa di Dio, che viene, che salva, che perdona, che redime. Questo brano, nella sua semplicità , vuole farci fare esperienza dell’amore misericordioso di Dio”.

Continuando con la bolla di papa Francesco “Misericordiae vultus”, “per essere capaci di misericordia, quindi, dobbiamo in primo luogo porci in ascolto della Parola di Dio. Ciò significa recuperare il valore del silenzio per meditare la Parola che ci viene rivolta. In questo modo è possibile contemplare la misericordia di Dio e assumerlo come proprio stile di vita […] Misericordiosi come il Padre, dunque, è il “motto” dell’Anno Santo. Nella misericordia abbiamo la prova di come Dio ama. Egli dà tutto se stesso, per sempre, gratuitamente, e senza nulla chiedere in cambio. Viene in nostro aiuto quando lo invochiamo. L’aiuto che invochiamo è già il primo passo della misericordia di Dio verso di noi. Egli viene a salvarci dalla condizione di debolezza in cui viviamo. E il suo aiuto consiste nel farci cogliere la sua presenza e la sua vicinanza. Giorno per giorno, toccati dalla sua compassione, possiamo anche noi diventare compassionevoli verso tutti”.

Uniti alle parole del papa e sulle note di Pablo Martínez diamo dunque il benvenuto alla misericordia!!!
(Costanza d’Ardia)

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni