Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 19 Ottobre |
San Luca
Aleteia logo
home iconApprofondimenti
line break icon

Gotti Tedeschi: “Serve un Sillabo per il nostro secolo”

@DR

Vatican Insider - Andrea Tornielli - Giacomo Galeazzi - pubblicato il 21/01/16


«Se posso usare facoltà di giudizio sulla base della sola lettura dei giornali, con pochi commenti insider, i cammini (al plurale) intrapresi, non mi paiono coerenti con la esortazione che Papa Benedetto aveva espresso per la realizzazione di detto progetto».

Il suo libro in realtà parla meno di economia e più di teologia: perché?

«Il titolo del libro lo spiega: “Un mestiere del diavolo”, non lascia certo immaginare un testo di economia. Anche se qualcuno ritiene, in modo errato, che i soldi siano lo sterco di satana… Oggi più che mai economia è un mezzo che necessita un fine e non può avere autonomia morale. Questo libretto è solo un tentativo di proporre, in modo semplice, ma sempre ironico e provocatorio, riflessioni morali, di pensiero e comportamento, su argomenti attuali conseguenti al processo di globalizzazione in corso. Processo che “provoca” anche la Chiesa, sfidandola a ignorare, o fare compromessi, con le esigenze della cosiddetta modernità, sempre più gnostica, del mondo globale. La sfida che metto sul palcoscenico è proprio tra dottrina e prassi , tra dogma e pastorale, tra idee e comportamento. E la commedia sta nel vedere se prassi, pastorale e comportamento, son riuscite e riusciranno sempre più a influenzare dottrina, dogmi, idee. Il convitato di pietra di tutta la conversazione riportata nel libretto, è il demonio, della cui azione (anche all’interno della santa chiesa di Cristo) tanti papi, anche recentemente, hanno parlato e descritto. Se si riconosce che c’è e che agisce, è necessario riflettere sulle cause ed effetti, nella produzione di tanti fatti che preoccupano l’uomo di criterio. E se la causa è la sua azione è necessario proporre soluzioni alla causa, non agli effetti».

Nel libro non mancano passaggi che sembrano prendere le distanze da alcune affermazioni dell’attuale Pontefice. Per esempio, quando lei dice che «per rincorrere e riportare nel recinto le famose pecorelle fuggite» si rischia di lasciare quelle rimaste nel recito danneggiato dove entrano i lupi…

«Io non ho preso e non prendo ora, le distanze dal Pontefice, se leggete tutti i punti in cui mi riferisco direttamente a Lui lo riconoscerà. Il Pontefice è indifferente alla mia persona e alla mia storia. E io sono rassegnato a ciò. Ma le mie considerazioni sono riferite esclusivamente allo stato di salute e di pericolo delle pecorelle. C’è un vecchio detto spagnolo che recita: “quello che va bene ai lupi, non va bene agli agnelli…”. I lupacchioni gnostici stanno trionfando ovunque e in ogni circostanza, io mi preoccupo di quelli. Vedete io sono assolutamente convinto che la miseria morale origini quella materiale, sociale, culturale, politica, ecc. E la miseria morale si combatte cambiando l’uomo, e l’uomo si cambia, come scrive papa Francesco in Lumen Fidei, con magistero, preghiera e sacramenti. Come posso dissentire io dal Papa? Tornando alla precedente domanda-risposta, la preoccupazione di molti vecchi cattolici, come me, non è tanto nelle parole pronunciate, ma nei fatti concretizzati. Non è nella certezza che la dottrina non cambi, che il dogma non si tocchi, la attenzione preoccupata è sulla prassi o sulla pastorale che li vuole far adattare ai tempi, alle circostanze, ecc. Tutti noi vorremmo esser consolati da una Chiesa consolatrice, ma per il bene della vita eterna, vorremmo aver consapevolezza che saremo anche istruiti, educati, adeguatamente dal Magistero che salva, magari consolando meno e insegnando di più».

Perché ha criticato l’enciclica «Laudato si’»?

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
economiaenciclica laudato siettore gotti tedeschirecensioni di libri
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
6
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
7
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni