Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

I battesimi sono in calo o in aumento?

Jeffrey Bruno
Condividi

Nella diocesi di Milano il calo è più marcato che a Roma. Ma resta comunque elevatissimo il totale dei battezzati rispetto alla popolazione

L’Unione degli atei e degli agnostici razionalisti sbandiera dati esaltanti sugli italiani che chiederebbero di sbattezzarsi. Dati che si basano sugli utenti «che negli ultimi dodici mesi si sono collegati alla pagina web dell’Unione per scaricare il modulo necessario a separarsi ufficialmente dalla Chiesa cattolica». Sarebbero 47.726, cifra record e in crescita rispetto agli anni precedenti (Il Fatto Quotidiano, 5 gennaio).

Un’equazione, numero di download del modulo = numero sbattezzi, che ha ben poco di razionale. Che ci sia una flessione, in generale, dei battesimi, è un dato di fatto, ma andiamola a certificare con numeri reali e non con moduli scaricati da internet.

DIOCESI DI ROMA

Aleteia ha contattato le due maggiori diocesi italiane, Roma e Milano, per capire il trend di battesimi negli ultimi anni. La diocesi di Roma (che comprende quasi tutto il territorio della città e del comune capitolino e alcune parrocchie limitrofe) al termine dell’anno 2014 su una popolazione di 2.885.272 persone contava 2.365.923 battezzati, corrispondenti all’82,0% del totale.

info1

CALO “PARALLELO”

Questo per sgombrare il campo da ogni dubbio e certificare l’idea che la stragrande maggioranza della popolazione è regolarmente battezzata. Sul fronte dei battesimi, invece, i dati degli ultimi anni sono altalenanti. C’è stato un calo dal 2010 e al 2014 (dato ancora parziale). Però anche nella città di Roma c’è stata una leggera flessione delle nascite, marcata sopratutto nel 2014.

DIOCESI DI MILANO

L’arcidiocesi di Milano – che è una delle più grandi del mondo – comprende quasi tutta la provincia di Milano, quella di Monza e Brianza, la maggior parte delle province di Varese e di Lecco, nonché alcuni comuni nelle province di Como e di Pavia e il decanato di Treviglio in provincia di Bergamo. Al termine dell’anno 2013 su una popolazione di 5.451.090 persone contava 4.970.975 battezzati, corrispondenti al 91,2% del totale.

FLESSIONE PIU’ MARCATA

Una percentuale più che lusinghiera. Anche in questa immensa diocesi è inutile negare che negli ultimi anni si è registrato un calo di battesimi, più netto rispetto a Roma. Dagli oltre 33mila del 2008 si è scesi fino ai 23mila del 2014. Una flessione, piuttosto marcata, se rapportata al calo delle nascite che comunque c’è stato: basti pensare che nella sola città di Milano, che rappresenta circa un terzo della popolazione totale dell’arcidiocesi, dal 2008 al 2014 si è registrata una diminuzione delle nascite da 12.500 a 11.500.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni