Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 26 Settembre |
Santi Cosma e Damiano
home iconStile di vita
line break icon

3 consigli per vivere oggi l’autentica mascolinità

Pixabay.com/Public Domain

Catholic Link - pubblicato il 18/01/16

La prima: pensare alla felicità degli altri prima che alla propria

di Rafael Pérez del Solar

L’essere umano è stato progettato per vivere in famiglia. È una cosa che percepiamo fin dall’infanzia, quando facciamo parte di una famiglia con mamma e papà. In essa iniziamo a conquistarci il nostro spazio e le nostre responsabilità. Poi, quando diventiamo adulti, molti di noi iniziano a costruirsi una famiglia con la persona adatta.

Lo diceva già papa Francesco all’inizio del più recente Sinodo sulla famiglia: “Ecco il sogno di Dio per la sua creatura diletta: vederla realizzata nell’unione di amore tra uomo e donna; felice nel cammino comune, feconda nella donazione reciproca”.

Nonostante ciò che ha chiesto il papa, oggi viviamo in un’epoca durissima per l’istituzione familiare.

È comune trovarsi di fronte a famiglie divise: bambini che crescono con molte ferite, senza un amore solido e duraturo. Troviamo anche famiglie “ben costituite” ma che vivono un forte individualismo, con genitori che si concentrano quasi esclusivamente sul proprio lavoro, sui propri gusti, e che non si preoccupano e non curano i propri cari.

Purtroppo questi atteggiamenti minano sogni, distorcendo desideri e indebolendo la possibilità che i nostri futuri adulti abbiano una vera idea di come costruire quella che sarà la loro vera famiglia.

Il video presentato in questo post, Un appello alla battaglia, è un cortometraggio realizzato dall’arcidiocesi di Phoenix sulla “crisi della mascolinità”, e ci presenta un approccio alla realtà attuale della famiglia partendo dalla prospettiva dell’uomo, dando indicazioni su quale dev’essere il suo ruolo e sulle azioni che è chiamato a compiere per difendere ciò che è suo.

“C’è un grande bisogno che l’uomo scopra chi è”, sottolinea il video, e in questo ha ragione perché la vera mascolinità non deve essere guidata dai “modelli da seguire” che la “cultura” ci vende, ma partire dal proprio impegno interiore – di fronte a Dio – di vivere con coraggio la propria identità e dispiegare i doni che ci sono stati offerti per curare, proteggere e amare la nostra (attuale o futura) famiglia.

Ecco alcuni criteri che ci propone il video per comprendere e conoscere meglio le caratteristiche della mascolinità che siamo chiamati a vivere con maggiore sforzo nella quotidianità:

1. Pensare alla felicità degli altri prima che alla propria: l’amore è questo. L’uomo deve essere quello che si dà, quello che serve, quello che protegge i suoi, cercando di metterli al primo posto. Questo sforzo di generosità è il modo in cui esprime l’amore quotidianamente. Un esempio è ciò che fa l’uomo quando assume la sua missione nel lavoro come concretizzazione della donazione quotidiana per coloro che ama, pensando al loro presente e al loro futuro.

2. Dio ci affida l’incarico di curare la dignità di ogni donna, e per realizzare questo compito bisogna curare anche la propria dignità. Si rende necessario, ancor più di questi tempi, imparare l’autodominio. Allenare questa qualità ci permette di gestire e dominare le passioni (che spesso ci vincono), e in questo modo di curare la nostra dignità come veri uomini. Avendo un corretto autodominio potremo donarci con totale libertà.

3. Da soli non ce la facciamo: l’importanza dell’amicizia. Impariamo ad essere uomini avendo come modello altri uomini, ci sfidiamo, ci esortiamo e cresciamo nella nostra mascolinità. Lo spazio che ci offrono gli amici è assai prezioso per la nostra crescita, e per questo è importante avere Dio come amico, permettere che resti nel nostro cuore e che ci sfidi ad essere migliori.

Per terminare, vi invito a guardare l’esempio di San Giuseppe, che ha saputo portare in braccio Gesù, curando la sua sposa Maria e la sua Sacra Famiglia. È stato un padre generoso, preoccupato e lavoratore, benedetto dalla presenza costante del Signore nella sua vita. Dio ci chiama ad essere gli uomini che dobbiamo essere per contribuire a restituire splendore e grandezza alla famiglia umana.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
genitorimaschi e femmine
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
3
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
4
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
5
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni