Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconApprofondimenti
line break icon

Ex allievo della Gregoriana diventa responsabile per i rifugiati dell'ONU

NEW YORK, UNITED STATES - FEBRUARY 11: UNRWA Commissioner General Filippo Grandi speaks to journalists during a press conference on February 11, 2014 at United Nations Headquarters in New York, United States. Cem Ozdel / Anadolu Agency

John Burger - Aleteia - pubblicato il 07/01/16

Un italiano con una lunga carriera nell'aiuto agli sfollati assume l'incarico in un momento difficile

Un laureato presso la Pontificia Università Gregoriana, l’istituzione gesuita a Roma, è il nuovo responsabile dell’agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite.

Filippo Grandi, funzionario ONU che ha lavorato nel campo dei rifugiati e delle questioni politiche in Medio Oriente, Africa e Asia, ha iniziato un incarico di cinque anni come Alto Commissario ONU per i Rifugiati il 1° gennaio, succedendo ad António Guterres, il cui incarico più che decennale è terminato la scorsa settimana.

Grandi è nato a Milano nel 1957, ha una laurea in Storia moderna conseguita presso l’Università Statale di Milano, un baccalaureato in Filosofia conseguito presso la Gregoriana e un dottorato onorario conferitogli dall’Università di Coventry.

L’Alto Commissario Grandi assume l’incarico in un momento di sfide senza precedenti a livello di sfollati, visti i numeri record di persone costrette in tutto il mondo a fuggire da guerra e persecuzione, includendo più di un milione di rifugiati e migranti che hanno attraversato il Mediterraneo per raggiungere l’Europa nello scorso anno. Altre sfide includono diminuzioni critiche dei finanziamenti umanitari, il numero più basso di rimpatri volontari degli ultimi trent’anni, gente che resta in esilio per lunghi periodi e maggiore politicizzazione delle questioni relative ai rifugiati in molti Paesi.

“L’UNHCR sta navigando in acque straordinariamente difficili”, ha affermato Grandi in una dichiarazione. “È molto pericolosa la combinazione di molteplici conflitti e i conseguenti esodi di massa, insieme con le nuove sfide per l’asilo, il divario tra le esigenze umanitarie e le risorse a disposizione e la crescente xenofobia”.

“La strada da percorrere è molto impegnativa, ma spero che – lavorando con i governi, la società civile e altri partner – faremo progressi nel garantire protezione internazionale e nel migliorare le condizioni di vita di milioni di rifugiati, sfollati interni e apolidi”, ha aggiunto. “Spero anche che le soluzioni alle crisi relative alle migrazioni forzate verranno perseguite con rinnovata determinazione, affrontando le cause profonde e investendo adeguate risorse politiche e materiali. L’UNHCR, il cui mandato comprende la ricerca di soluzioni, è pronto a lavorare con tutti coloro che perseguono questo obiettivo”.

Grandi ha lavorato negli affari internazionali per più di 30 anni, 27 dei quali con le Nazioni Unite. Già responsabile dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l’Occupazione dei Rifugiati Palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA), in precedenza ha lavorato per la Missione di Assistenza ONU in Afghanistan (UNAMA) come vicerappresentante speciale, dopo una lunga carriera con l’UNHCR in Africa, Asia e Medio Oriente e presso il quartier generale dell’organizzazione a Ginevra.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
onupontificia università gregorianarifugiati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni