Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 04 Marzo |
San Casimiro
home iconChiesa
line break icon

Papa Francesco: Vigilare contro il male, accogliendo Gesù e il Vangelo

© Giancarlo GiulianI/CPP

Radio Vaticana - pubblicato il 03/01/16

Così il pontefice durante l'Angelus di oggi

di Fausta Speranza

“Impariamo a tenere il cuore rivolto a Gesù mentre si svolgono le nostre giornate, con gioie e dolori, soddisfazioni e problemi”. E’ l’invito di Papa Francesco che, all’Angelus riprendendo la Liturgia, parla del mistero del male, dell’Incarnazione del Dio che ci salva e di quanti “hanno chiuso la porta in faccia al Figlio di Dio”. Dio – assicura Francesco – può salvarci dal male che “è sempre accovacciato alla nostra porta e vuole entrare”. Dunque, il rinnovato invito di Francesco a leggere ogni giorno un brano del Vangelo.

Di fronte al mistero del male, “siamo chiamati a spalancare la porta del nostro cuore alla Parola di Dio”. Papa Francesco ricorda che “il male insidia anche la nostra vita e che richiede da parte nostra vigilanza e attenzione perché non prevalga”. Ricorda quella che definisce “una bella frase della Genesi”:

“Il Libro della Genesi dice che il male è “accovacciato davanti alla nostra porta”. Guai a noi se lo lasciamo entrare; sarebbe lui allora a chiudere la nostra porta a chiunque altro. Siamo invece chiamati a spalancare la porta del nostro cuore alla Parola di Dio, per diventare così suoi figli.”

Dio si è incarnato affinchè – spiega Francesco – “toccassimo con mano l’amore di Dio”. E sottolinea quella che definisce la drammaticità dell’Incarnazione: di fronte alla luce, gli uomini hanno scelto le tenebre. Poi, l’invito ad accogliere davvero la Parola di Dio e a far sì che “il Vangelo diventi sempre più carne anche nella nostra vita”:

“E Lui ci difenda dal male, dal diavolo, che sempre è accovacciato davanti alla nostra porta, davanti al nostro cuore, e vuole entrare”.

“Accostarsi al Vangelo, meditarlo e incarnarlo nella vita quotidiana è il modo migliore per conoscere Gesù e portarlo agli altri.”  Dunque, un richiamo all’Anno Santo della Misericordia.  Papa Francesco infatti non ha dubbi: “Se lo accogliamo, cresceremo nella conoscenza e nell’amore del Signore, impareremo ad essere misericordiosi come Lui”. “È l’invito – afferma il Papa – della santa Madre Chiesa ad accogliere questa Parola di salvezza, questo mistero di luce. Questa è la vocazione e la gioia di ogni battezzato: indicare e donare agli altri Gesù; ma per fare questo dobbiamo conoscerlo e averlo dentro di noi, come Signore della nostra vita”.

Dopo la preghiera mariana,  il Papa rinnova l’invito a leggere ogni giorno un brano del Vangelo:

“E ricordo anche quel consiglio che tante volte vi ho dato: tutti i giorni leggere un brano del Vangelo, un passo del Vangelo, per conoscere meglio Gesù, per spalancare il nostro cuore a Gesù, e così possiamo farlo conoscere meglio agli altri. Anche, portare un piccolo Vangelo in tasca, nella borsa: ci farà bene. Non dimenticate: ogni giorno leggiamo un passo del Vangelo.”

“Nei momenti lieti e in quelli tristi, affidiamoci a Lui, nostra speranza!”, dice il Papa che ricorda anche “l’impegno che – dice – ci siamo presi a capodanno, Giornata della Pace, sul tema: Vinci l’indifferenza e conquista la pace”. “Con la grazia di Dio, – assicura il Papa – potremo metterlo in pratica”. Inoltre, un saluto cordiale ai fedeli di Roma e pellegrini venuti dall’Italia e da altri Paesi, alle famiglie, le associazioni, i diversi gruppi parrocchiali, in particolare ad alcuni cresimandi. E “a tutti gli auguri di pace e di bene nel Signore”.  Poi torna la richiesta alla quale ci ha abituato Papa Francesco:  “Non dimenticate, per favore, di pregare per me”.

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Tags:
angeluspapa francescovangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
4
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
7
Lucandrea Massaro
Benedetto XVI conferma la fedeltà a Francesco «Non ci sono due Pa...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni