Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 01 Dicembre |
Beato Charles de Foucauld
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Non rompere con lui prima di aver risposto a queste 5 domande

© Sprinter81 / SHUTTERSTOCK

Catholicus - pubblicato il 16/12/15

Molte donne finiscono per pentirsi delle proprie decisioni affrettate...

Molte persone mettono fine alle proprie relazioni in modo affrettato, e aumentano molto la propria sofferenza. Nella mia opera di assistenza alle coppie separate che cercano la mediazione o vi sono indirizzate per cercare di risolvere problemi di custodia, pensione o divisione di beni, osservo chiaramente che la separazione non è stata ben elaborata. Il dolore è molto grande e per questo non ci si riesce a capire, e questo spesso accade perché la decisione è stata presa in un momento di rabbia o di grande dolore.

Per questo, se sei scoraggiata, stanca di provare e pensi alla separazione, non agire subito. Respira a fondo e rifletti su queste domande:

1) Ti ha tradita?

Non pensare che sia ovvio, bisogna esserne certi.

In questi giorni ho eseguito una mediazione con una coppia separata da due anni, e solo allora sono riusciti a parlare. Lui ha detto che non ha mai capito perché lei lo abbia lasciato, e quando lei ha parlato di tradimento lui ha negato con veemenza. Mi sono chiesta se quella donna abbia posto fine al suo matrimonio prima di chiarire tutto.

Bisogna analizzare come si fa fronte alla questione, perché non serve a niente mantenere la relazione e continuare a soffrire per ciò che è accaduto. Conosco molte coppie che dopo quel trauma hanno deciso di ricostruire il loro rapporto e vivono meglio di prima, ma questo è possibile solo se entrambi cambiano e se il traditore si pente sinceramente.

2) Ti disprezza?

Ti risenti per alcuni suoi comportamenti che ti fanno sentire disprezzata o non amata? Le crisi sono comuni nel rapporto a due, e accade spesso anche di provare rabbia, ma dev’essere una cosa passeggera, situazioni puntuali e brevi che si risolvono con l’impegno di entrambi. Se però sei sempre oggetto di sgridate e disprezzo, se la persona che dovrebbe ammirarti vive facendoti sentire inferiore, allora le cose sono il contrario di quello che dovrebbero essere.

3) Da quanto tempo le cose non vanno bene tra di voi?

Quando siamo feriti tendiamo a pensare che non ci sia niente di positivo intorno a noi, sembra tutto negativo. Bisogna allora mettere da parte le emozioni e valutare se c’è veramente una ragione per tutto questo o se le emozioni si stanno impossessando della nostra mente. È anche importante ricordare i bei momenti e capire se è possibile riconquistarli.

4) Ti stai lasciando andare a fantasie?

Molte donne vivono una relazione ma sognano di incontrare un’altra persona che sia migliore per loro. Osservano i mariti o i fidanzati di altre donne e si riempiono di ammirazione, e vorrebbero incontrare un compagno come il loro. Ricorda che “l’erba del vicino è sempre più verde” e fai attenzione a non lasciarti trasportare dalle apparenze.

5) Ti stai facendo influenzare?

Non è che familiari e amici a cui lui non è simpatico ti stanno influenzando? Pensa che non deve risultare gradito a tutti, ma a te. È chiaramente importante che abbia considerazione per le persone che ti circondano, ma questo non vuol dire che debba piacere sempre. Bisogna fare molta attenzione a tutto questo, perché le persone dopo la vostra separazione continueranno a condurre la propria vita, mentre è la tua che sarà stravolta.

Se dopo aver riflettuto molto sei convinta che sia meglio optare per una rottura, allora starai prendendo una decisione matura e non correrai il rischio di pentirtene.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
coppiafidanzamento
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni