Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 16 Aprile |
Santa Bernadette Soubirous
home iconStorie
line break icon

Morte dov’è la tua vittoria? Una storia di resurrezione

Marinella Bandini - pubblicato il 11/12/15

“Quando mancano i figli ti sembra di non avere più una famiglia. Ma Gesù ci ha unito in un cammino di fede e abbiamo cominciato a scoprire che possiamo essere ancora famiglia. Abbiamo una famiglia grande, non necessariamente quella che noi abbiamo generato”. Eugenio la raggiunge appena può, soprattutto il fine settimana. Il “regalo più grande” dice, che il Signore gli ha fatto: “Queste persone sono disabili a livello fisico, mentale ma non certo nel cuore… l’amore che ricevo da loro è gratuito, e non me lo sarei mai aspettato da persone che facevo fatica a frequentare. Sono persone meravigliose, ma che senza il Signore non avrei mai potuto incontrare”.

Anche con Marta tutto è cambiato. “Ancora mi manca fisicamente, sono nella sofferenza – confida Eugenio -, ma il Signore mi dà sempre una possibilità, con un segno, un incontro, una telefonata, mi fa cambiare totalmente stato d’animo. Non sono nella felicità piena ma sono sereno, posso affrontare la vita, ho ricominciato a vivere”. Tra madre e figlia il rapporto è sempre particolare, sicuramente più conflittuale. Ma ora è diverso: “Ora siamo tutte e due figlie di un unico Padre – dice Rosella -. Ora è lei che mi guida dove c’è la mano del Signore, dove devo vedere le bellezze del Signore. È un rapporto di amore puro. A volte gli dico: basta, fermati…”. Rosella sente di avere “una marcia in più, perché ho una figlia in Cielo e sono molto orgogliosa di questa figlia in cielo, sono contenta perché lei mi guida anche se ci sono momenti di dolore… ma il Signore mi manda sempre qualcuno a cui donare il mio amore”. Così si conclude la lettera di questa madre a sua figlia: “Ora puoi andare (…) Buon viaggio figlia mia, per sempre ritrovarci nel Suo grande e misericordioso cuore”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
famigliamedjugorjetestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
5
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
6
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
7
MIGRANT
Jesús V. Picón
Il bambino perduto nel deserto ci invita a riflettere
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni