Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 02 Marzo |
Sant'Agnese di Boemia
home iconStile di vita
line break icon

“Fuori tutti, devo confessarmi con il sacerdote, sono 40 anni che non lo faccio”

Laurent Lavì Lazzeresky-CC

Alfa y Omega - pubblicato il 07/12/15

La conversione di un povero

L’ambiente familiare è una cosa che curiamo molto nella mensa sociale San José della nostra parrocchia di Vallecas (Madrid). Da quando le persone entrano a mangiare, si nota che sono a casa propria, e c’è qualcosa di speciale che fa sì che tutti si sentano a proprio agio.

Così mi diceva Miguel quando ha iniziato a venire a mangiare lì tutti i giorni. Viveva da solo e non aveva amici né famiglia. Era stato tredici anni in carcere, e questo gli aveva fatto spezzare i legami col passato. Nessuno voleva sapere niente di lui. La gente della mensa è diventata la sua famiglia. Non veniva solo a mangiare, perché si offriva di spazzare per terra, di portar via la spazzatura e di svolgere molti altri compiti. Lo abbiamo nominato incaricato della sistemazione della mensa ed era felice, si sentiva importante. Tutti lo conoscevamo e ci preoccupavamo di lui.

Pochi mesi dopo gli hanno diagnosticato un cancro al fegato in fase avanzata. Era già piuttosto giallastro. È stato ricoverato all’Ospedale Gregorio Marañón. Nessuno andava a trovarlo, tranne la gente della parrocchia. La sua famiglia della mensa ha iniziato a fare i turni per rimanere a dormire all’ospedale e accompagnarlo per più tempo possibile. Dopo qualche giorno sono andato a trovarlo. Quando sono entrato nella stanza d’ospedale, era in compagnia di vari amici della mensa. Quando mi ha visto ha esclamato: “Fuori tutti, devo confessarmi con il sacerdote, sono 40 anni che non lo faccio!” Tutti sono usciti stupiti. Alla fine ci ha invitato a bere una Fanta. È stato come festeggiare di nuovo la sua Prima Comunione, senza risorse ma con gioia. Questa conversione è giunta come un frutto maturo dell’amore che si respira nella mensa San José.

José Manuel Horcajo
Parroco di San Ramón Nonato

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
confessionemisercordiasenzatetto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
4
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
7
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni