Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Luglio |
Santi Nazario e Celso
home iconSpiritualità
line break icon

Lezioni di vita di un’eremita laica che si è reinventata

Zoe Romanowsky - Aleteia - pubblicato il 27/11/15


Ha perso le sue capacità di giardiniera e l’abilità fisica per svolgere il suo lavoro. Può raccontarci cos’è successo?

Ho avuto una collisione frontale verso i 35 anni. Dopo il recupero iniziale sono riuscita ad andare avanti con la vita e non ho avuto problemi fino ai cinquant’anni. Il medico aveva detto che sarebbe successo. Mi è venuta l’artrite, che si è sviluppata rapidamente. Nel 2008 è diventata pronunciata, ed è allora che è avvenuta la transizione dall’essere giardiniera.

Si è lasciata andare a calci e urla o è stata una resa pacifica?

Il passaggio per diventare una scrittrice è stato piuttosto terrificante. Al college non andavo bene in inglese. Non ero una scrittrice, ma stavo diventando rapidamente disabile. Ero la coordinatrice della Garden Society per il St. Francis Retreat Center – era quello il mio dono. Quando ho capito che non avrei più potuto esserlo mi sono sentita molto male. Non sapevo cosa avrei fatto senza quella capacità.

Mi piace molto l’adorazione, e un giorno ero seduta a piangere piano. “Signore, cosa vuoi? Cosa devo fare? Non so cosa fare. Mi hai creata con questa capacità per il giardinaggio”. E ho sentito molto chiaramente che diceva al mio cuore: “Scrivilo”. Era così chiaro. E ho detto ad alta voce: “Sul serio?”, spaventando la povera donna che era nella cappella con me. Al college me ne ero occupata a malapena, per cui sperimentare questa chiamata era una cosa terribilmente estranea per me.

Ho capito anche che essere una scrittrice avrebbe significato che non avrei più potuto starmene nascosta. Non ero una buona combattente, ma ho dovuto abbandonare le mie paure e le mie ansie per abbracciare questa nuova situazione.

Com’è riuscita a diventare l’autrice di tre libri?

La mia prima sfida è stata in qualche modo cercare persone che sapessero come farlo accadere. È stato tremendo.

Nel marzo 2009, mentre andavo all’adorazione, ho ricevuto la telefonata di un amico che pensava dovessi collegarmi al Catholic Marketing Network, e sono stata mandata da Ann Lewis, che all’epoca era presidente dell’Associazione degli Scrittori Cattolici.

La storia a questo proposito è stata una vera lezione di fiducia in Dio. (…) Non dovevo pagare per andare alla conferenza dell’Associazione degli Scrittori Cattolici; (…) non ho dovuto neanche pagarmi l’albergo. Eccomi allora ad attraversare il Paese senza soldi per gettarmi in un’industria di cui non sapevo nulla con gente che non conoscevo. Ero stordita. È allora che è avvenuta la piena resa.

Oh, e c’è un’altra parte che quasi dimenticavo! A questa conferenza ci sono sessioni in cui si ha del tempo per parlare con gli editori. I posti si sono riempiti quasi subito. Ann mi ha detto che aveva avuto una cancellazione con un editore per Circle Media che guarda caso era un giardiniere. Ho venduto il mio primo libro a quell’incontro. Non avrei mai potuto riuscirci con le mie forze. È successo solo grazie alla mia resa.

Che consiglio darebbe a qualcuno che si sente privato di qualcosa che pensava avrebbe sempre fatto parte della sua vita, o a qualcuno che si sente chiamato a una missione particolare ma la porta si chiude, o non si apre mai?

Un’unica parola: apertura. Apertura alla fiducia. Non è facile per noi umani. Lasciar fare a Dio. Si dice spesso, ma è vero. Quando affrontavo le mie sfide, cercavo spesso di pormi alla presenza di Dio. Mi ha aiutata ad abbandonare tutto ciò che mi teneva prigioniera della spirale di tristezza.

San Francesco di Sales dice di metterci alla presenza di Dio in quattro modi: Dio è intorno a me in tutte le cose. Dio è pienamente in me, diffuso in tutto il mio corpo. Dio mi guarda con affetto. E Dio è sempre vicino a me, presente davanti a me. È stato il mio credo quotidiano mentre diventavo una scrittrice. Come esseri umani vogliamo controllare, vogliamo gestire il nostro mondo. Metterci alla presenza di Dio è essere aperti a ciò che è santo, crescere nella fiducia. Ma la parola chiave è “apertura”, e tutto ciò che comporta.

Ha mai sentito che qualcosa di bello le era stato portato via?

Non ho mai pensato che Dio mi abbia portato via il giardinaggio. Sono state le circostanze della mia vita ad aver portato via l’opportunità. Le mie capacità diventavano molto limitate ed è stato molto difficile lasciar andare tutto perché era la mia identità: lavoro in giardino, curo gli alberi, parlo agli arbusti – l’ho fatto fin dall’infanzia. Lasciar andare quell’identità è stato molto difficile. Ha influito sulla mia spiritualità, sulla mia dipendenza da Dio. Ma qualunque siano le transizioni nella nostra vita, la lezione è avvicinarsi a Dio. È la cosa più importante.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
eremitismo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
5
don Marcello Stanzione
Fra Modestino da Pietrelcina rivela: Padre Pio ha visto mio padre...
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni