Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Suor Annarosa Alban, la sarta di don Bergoglio

© 190ARCH / CC
Condividi

La religiosa delle "Figlie di San Giuseppe" ricorda quando era giovane e aiutava l'attuale Papa Francesco a Buenos Aires

Da giovane, a Buenos Aires, cuciva e ricamava le vesti per l’allora don Bergoglio, oggi Papa Francesco. Ora suor Annarosa Alban, 77 anni, originaria di Montebelluna, è la custode (cioè la superiora) dell’Istituto delle Figlie di San Giuseppe (Nuova Venezia, 12 novembre)

FORMATA IN ACCADEMIA
Suor Annarosa di certo non era una sprovveduta ma una sarta preparata e ben formata all’Accademia di Belle Arti a Venezia. «Per anni, con le mie consorelle, ho confezionato paramenti e biancheria per le chiese e il clero. Per tutta la vita abbiamo pregato, lavato, stirato, inamidato, ricamato, rammendato, preparato e distribuito ostie e vino. Ci prendevamo cura dei paramenti e della biancheria, distribuivamo vino e particole».

LA MISSIONE IN SUD AMERICA
Dopo la formazione per la suora si è prospettata l’esperienza missionaria, nelle sedi estere dove era diffuso il suo ordine. E così avvenne la partenza per il Sud America. La prima destinazione è stata il Brasile, la seconda, invece l’Argentina. Qui approdò nella capitale.

LA CONOSCENZA CON BERGOGLIO
A Buenos Aires, cuciva e ricamava le vesti per il giovane prete che poi è diventato Papa Francesco: «Il suo stile è rimasto tale e quale. Era il superiore della Casa di spiritualità, era sempre impegnato. Lavoravamo per la sua Comunità e pregavamo». Le due case distavano circa venti minuti di buon cammino. Il contatto con Bergoglio era pressoché quotidiano.

UNA SUORA TUTTOFARE
La religiosa continua: «Facevo quello che adesso faccio per la Basilica di San Marco. Per la messa dell’allora monsignor Bergoglio tenevo pulita la biancheria dell’altare. Per lui e gli altri religiosi lavavo, stiravo, cucivo, ricamavo, se necessario rammendavo oppure – conclude – confezionavo il poco corredo che mi veniva richiesto».

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.