Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 25 Settembre |
San Vincenzo Maria Strambi
home iconNews
line break icon

Come gli abusi sessuali hanno colpito le famiglie in maniera inimmaginabile

Erin Stoodley CC

John Burger - Aleteia - pubblicato il 07/11/15

Ieri, alla luce del nuovo film Spotlight, che richiama le rivelazioni del The Boston Globe sullo scandalo degli abusi sessuali da parte di membri del clero, abbiamo parlato con due sopravvissuti agli abusi sessuali da parte di sacerdoti e di come hanno trovato la guarigione nel corso degli anni. Oggi continuiamo la nostra serie, parlando con altre due persone che sono state colpite dagli abusi sessuali, in modi che non riusciremmo a sospettare.

Carrie Bucalo scrive un blog sulla sua esperienza. “Monica” è uno pseudonimo che abbiamo usato per la madre di un sopravvissuto che ha chiesto di mantenere l’anonimato.

Carrie Bucalo

Nonostante l’enfasi sui sacerdoti in occasione dello scandalo del 2002, gli abusi possono venire anche da altre fonti – zii, amici di famiglia, allenatori… Nel caso di Carrie Bucalo, il colpevole è stato il suo stesso padre, che ha usato gli insegnamenti della Chiesa per scusare il suo abuso. Il male commesso, afferma Carrie, è tuttavia simile alla ferita inflitta alle persone abusate da sacerdoti.

“Indipendentemente da chi sia la persona che commette gli abusi, alla fin fine l’immagine di Dio ne viene influenzata”, ha raccontato Carrie in un’intervista. “Quando hai un bambino in qualche modo subordinato e qualcuno che ha autorità su di te, è automaticamente una situazione che richiama l’immagine di Dio. Potrebbe essere un genitore, un insegnante, un allenatore, un sacerdote… I genitori riflettono l’autorità, la tenerezza, l’amore, la protezione di Dio. Nel momento in cui qualcuno fa un cattivo uso della sua autorità, la ferita non è solo quella fisica, ma anche quella spirituale, perché il rapporto con Dio viene danneggiato”.

Il padre di Carrie era un convertito ed era diventato un ministro laico molto attivo nella parrocchia locale. Mentre apprendeva la dottrina della Chiesa, ne manipolava alcune parti per giustificare l’abuso della figlia e delle sue sorelle, che allora erano molto giovani.

“Mi ha insegnato la pianificazione familiare naturale per poter abusare sessualmente di me quando il mio corpo ha iniziato a maturare”, ha raccontato. “Malinterpretava le Scritture, soprattutto la parte relativa ad Adamo ed Eva nel giardino dell’Eden, affermando che in casa avremmo dovuto andare in giro nude”.

Era così coinvolto nei ministeri che nella sua mente Carrie collegava l’abuso alla Chiesa, ma pensa che l’aspetto più negativo di tutti fosse il fatto che suo padre interpretasse Gesù nella rappresentazione della passione perché questo gli dava “un collegamento diretto a Cristo e alla croce”.

“Immagino che le vittime degli abusi da parte dei sacerdoti sperimentino qualcosa di simile perché sono state abusate da sacerdoti che offrivano la Messa, per cui mi sento profondamente legata alle vittime degli abusi da parte del clero per questa ragione particolare”, ha affermato.

“Capisco la profondità di quel dolore, e forse ancor di più perché io non arrivavo a casa allontanandomi dalla persona che mi faceva del male. Ero costantamente con il mio abusatore”.

Carrie, che oggi è sposata da dieci anni e ha cinque figli, soffre di disturbo da stress post-traumatico quando cerca di fare adorazione in chiesa, di confessarsi o di recitare il rosario.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
abusipreti pedofili
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
5
Gelsomino Del Guercio
Scandalo droga e festini gay con il prete: mea culpa del vescovo ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni