Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconSpiritualità
line break icon

Come iniziare a pregare col respiro per migliorare la tua vita spirituale

© justBarbara

Catholic Link - pubblicato il 02/11/15

di padre Ian Van Heusen

Attraverso la respirazione intenzionale, siamo in grado di influire sia sul nostro ritmo cardiaco che sulla nostra vita interiore (cfr. Heartmath Institute). Questa guida gentile della nostra vita interiore costituisce una forma di ascetismo in cui possiamo calmare i disordini del cuore e creare l’opportunità per ricevere l’amore di Dio. Oltre a questo, la naturale saggezza delle tecniche promosse da Heartmath e altri può essere messa al servizio del nostro rapporto con Gesù. Ad esempio, nell’Oriente cristiano i monaci hanno sviluppato metodi per integrare la respirazione intenzionale con brevi preghiere tratte dalla Scrittura.

Prima di addentrarci nel vasto potenziale della preghiera con il respiro, dovremmo mettere in guardia su una cosa. La respirazione intenzionale può provocare sensazioni piacevoli e può aiutare nel breve periodo, ma la realtà è che le tecniche di preghiera devono essere affiancate dalla conversione morale e spirituale in comunione con la Chiesa. In questo modo, dovremmo capire che la spiritualità non è separata dalle altre aree della nostra vita cristiana. Un altro modo di dirlo è che la meditazione e la preghiera devono essere integrate nella chiamata costante di Gesù Cristo a sperimentare guarigione e trasformazione in modi che ci rendono liberi di amare Dio e il prossimo. Se pratichiamo qualche spiritualità esoterica mentre continuiamo a commettere peccati mortali, viviamo in un’illusione e non stiamo seguendo la volontà di Dio

Tenendo a mente questo, pregare con il respiro può essere un mezzo potente per aiutarci ad aprire il nostro cuore ai suggerimenti dello Spirito Santo. Andando oltre il pensiero discorsivo e analitico, diamo spazio a mezzi di comprensione più intuitivi. Ovviamente, qualsiasi intuizione e ispirazione dev’essere misurata usando un buon discernimento, ma spesso il nostro modo di vedere troppo razionale può limitare il nostro potenziale ricettivo. Come dice l’adagio, a volte dobbiamo passare dalla mente al cuore

Per fare questo, possiamo usare una tecnica semplice, e incoraggio la gente a provarla. Per tradizione, i cristiani orientali usano la preghiera a Gesù e ne combinano la recita con il respiro. Quando inspirano recitano quindi una parte della preghiera, e quando espirano recitano l’altra metà. Nei suoi Esercizi Spirituali, Sant’Ignazio di Loyola suggerisce una pratica simile con il Padre Nostro e l’Ave Maria.

La preghiera a Gesù è “Signore Gesù Cristo, Figlio di Dio, abbi pietà di me peccatore”

Oltre a questo, combinando la preghiera formale con la respirazione ritmica, consigliano anche di fare attenzione al battito cardiaco. Quando impariamo ad ascoltare il nostro cuore, scopriamo spesso che ci può dare degli indizi su ciò che stiamo sperimentando. Iniziamo a notare quando il nostro battito cardiaco accelera o quando sembra più debole

Nelle mie riflessioni, aggiungerei qualche punto alla saggezza classica e qualche altro modo in cui beneficiare del fatto di pregare in questo modo

1. In primo luogo, sperimentare vari tipi di respiro può aiutare a reindirizzare gentilmente la nostra vita interiore. Respirare velocemente (senza ovviamente andare in iperventilazione) ci può dare una piccola scarica di energia e rinvigorirci quando ci sentiamo fiacchi o troppo rilassati. I respiri lenti possono invece calmarci quando il cuore batte in modo incontrollato

  • 1
  • 2
Tags:
preghieraspiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
conduttore rai 1 diventa prete
Gelsomino Del Guercio
Addio al giornalismo: Fabrizio Gatta, il volto noto di Rai1, dive...
3
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
4
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
5
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
6
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
7
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni