Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Ottobre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconNews
line break icon

Parolin conferma: una delegazione vaticana è stata a Pechino

© Sean SPRAGUE / CIRIC

Vatican Insider - pubblicato il 30/10/15

Il Cardinale Segretario di Stato: è in corso un dialogo che la stessa Santa Sede considera «molto positivo»

di Gianni Valente

Intorno a metà ottobre, una delegazione della Santa Sede è volata fino a Pechino per portare avanti il dialogo con la Repubblica popolare cinese. La notizia, circolata finora come indiscrezione sui media, ha avuto ieri la conferma più autorevole che ci si potesse aspettare: è stato il cardinale Pietro Parolin a fornire conferma dell’avvenuto incontro.

Tra Cina e la Sede Apostolica è in corso un dialogo che la stessa Santa Sede considera «molto positivo», ha riferito il Segretario di Stato di Papa Francesco rispondendo ai giornalisti, in margine all’incontro svoltosi alla Pontificia Università Gregoriana per i cinquant’anni della Dichiarazione conciliare Nostra Aetate; «Non è la prima volta» ha detto testualmente Parolin «che una delegazione del Papa si reca a Pechino, fa parte di un certo percorso in vista di una normalizzazione dei rapporti. Il solo fatto di poterci parlare è significativo». Sui frutti che potrà portare la riapertura del dialogo, dopo che Papa Francesco ha più volte ricordato il suo desiderio di andare in Cina «anche domani», il porporato vicentino ha evitato di fare pronostici: «Noi ce lo auguriamo fermamente, tutto quello che si fa» ha puntualizzato Parolin «lo si fa in vista di poter trovare un’intesa e per avere relazioni normali anche con la Cina e con Pechino, come si hanno con la stragrande maggioranza dei Paesi del mondo. Certo, il fatto di dialogare è una cosa positiva».

Le parole del cardinale confermano autorevolmente le indiscrezioni finora circolate sulla «soddisfazione» avvertita da ambo le parti riguardo all’incontro di dialogo avvenuto a Pechino dall’11 al 16 ottobre. Il missionario belga Jeroom Heyndrickx, «sinologo» cattolico di grande esperienza, ha riferito che la delegazione vaticana era composta da sei persone, e che durante i giorni di permanenza in Cina i sei inviati avrebbero anche visitato la cattedrale di Pechino – incontrando il vescovo Giuseppe Li Shan, riconosciuto sia dalla Santa Sede che dal governo – e il Seminario nazionale.

«La Cina è nel mio cuore, sempre!», ha ripetuto Papa Francesco nelle recente intervista a Paris Match, diffusa proprio nei giorni in cui la delegazione vaticana si trovava di là dalla Grande Muraglia. Già un mese fa il Vescovo di Roma, sul volo che lo riportava da Filadelfia a Roma, aveva accennato ai «contatti» per avere «buoni rapporti» con Pechino. Anche in quell’occasione, il Successore di Pietro aveva ribadito il suo desiderio di andare in Cina, definendola «un Paese amico» e «una grande nazione che apporta al mondo una grande cultura e tante cose buone».

I messaggi insistiti ed espliciti inviati da Papa Francesco e dal Segretario di Stato rappresentano il segnale inequivocabile che tra Pechino e la Santa Sede si è ripreso il cammino di dialogo per far crescere la fiducia reciproca e affrontare e risolvere insieme alcuni problemi che ancora affaticano la vita della Chiesa cattolica in Cina, a cominciare dalla questione delle nomine episcopali.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
cinavaticano
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Silvia Lucchetti
Rischiava l'amputazione delle gambe. Oggi ha ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni