Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il New Age è anche dentro la Chiesa?

new 1lluminati-cc
Condividi

Molti cristiani, affascinati da libri come quelli di Paulo Coelho o di Bryan Weiss, hanno iniziato a modificare senza volerlo aspetti fondamentali della fede

Seguendo i suoi precursori teosofi, il New Age ha anche posto l’enfasi sulle religioni transpersonaliste (che chiamiamo orientali) come il buddismo e l’induistmo, dalle quali prende gli elementi che più le interessano, decontestualizzandoli dalla loro cosmovisione originaria.

Non si vuole sapere nulla dell’ascesi, né del sacrificio, ma solo creare una religiosità per uomini e donne di successo, in cui non ci siano fallimenti, debolezza o errore. Si prende dalle religioni orientali solo quello che conviene.

Magia e occultismo con facciata scientifica
La cosmovisione del New Age pretende di essere olistica, integratrice, e di raggiungere la fusione tra religioni e scienza. Cerca di usare un linguaggio pseudoscientifico e si affanna a presentare temi spirituali con una facciata scientifica e viceversa. Questo spiega la promozione di ogni tipo di terapie alternative e di pseudoterapie, come ad esempio la terapia delle vite passate. Presunti psicologi insegnano tecniche ipnotiche per tornare a presunte vite precedenti. Troviamo così ogni tipo di feticisti, astrologi, veggenti e stregoni che si rifugiano dietro a titoli nebulosi come quelli di “parapsicologo” o “terapeuta”.

In fondo c’è il vecchio anelito della magia e della scienza: avere tecniche che riescano a manipolare tutto a proprio beneficio, e per sostenere i loro postulati come “scientifici” si ricorre alla psicologia di James e Jung, alla fisica quantistica di F. Capra e ad alcuni scritti di Lessing, Theilard de Chardin, Maslow, A. Huxley e molti altri.

Non dimentichiamo che la religione (qualunque essa sia) lega l’uomo, lo mette in relazione, e da ciò deriva un’etica nei confronti dell’altro e dell’ambiente in cui vive, mentre la magia è puramente strumentale, funzionalista e disinteressata al bene comune.

Dalla meditazione alla follia…
Anche se alcune delle nuove terapie “complementari” possono contenere elementi preziosi, bisogna dire che nel contesto in cui sono presentate e vissute dal New Age la maggior parte di loro ha provocato gravi danni psicologici e conseguenze spirituali in molti dei praticanti. Basta dire che i viaggi astrali, l’invocazione di maestri ascesi, le meditazioni di iperventilazione ed espansione della coscienza, le regressioni ipnotiche e la quasi totalità dei metodi di controllo mentale hanno generato deliri mistici, o sdoppiamento della personalità e vari altri stati psicopatologici.

Parlando delle induzioni a stati di trance, l’esperto J. M. Baamonde scrive: “Anche queste similitudini indicherebbero la non convenienza di promuovere questi stati alterati della coscienza, per il rischio implicito di generare seri danni psicologici a causa di personificazioni e automatismi incoscienti che in alcuni casi assumeranno il carattere di deliri sistematizzati. Una delle conseguenze più abituali è il sorgere di problemi schizofrenici di varia intensità in chi si dedica a questi culti che hanno una sottostruttura psicotica”.

Nove sette per il New Age
A partire dagli anni Ottanta negli Stati Uniti e dagli anni Novanta nel resto del mondo, le sette con maggiore crescita – che sono proprio quelle che sventolano la bandiera del New Age – promettono e offrono ogni sorta di benessere attraverso queste tecniche “spirituali”, assai costose e pericolose per la salute. Molti di questi gruppi si presentano non come quello che sono realmente, ma come istituti terapeutici o centri olistici, in cui il linguaggio pseudoscientifico e le strategie di marketing sono una semplice facciata, dietro la quale si nasconde una vera setta distruttiva o semplice ciarlataneria.

Cattolici nel New Age?
La sfida principale per le Chiese oggi è la penetrazione del New Age nella propria pastorale. In molti ritiri, la Parola di Dio viene progressivamente messa da parte. Al suo posto, si propongono tecniche psicologiche, meditative ed esoteriche. In varie chiese si offrono corsi di Rei Ki e di Yoga ben poco purificati dai loro contenuti orientali (karma, reincarnazione, chakra…). L’enneagramma è un’altra delle tecniche promosse.

Molti cristiani, affascinati da libri come quelli di Paulo Coelho o di Bryan Weiss, hanno iniziato a modificare senza volerlo aspetti fondamentali della fede.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.