Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

13 cose che non dovreste MAI dire a un sacerdote

Condividi

Con molta ironia e altrettanta verità…

di Shaun McAfee

L’ultima cosa che vogliamo è insultare qualcuno, soprattutto i nostri sacerdoti. A volte, però, le parole escono dalla bocca senza essere state scelte in modo saggio. Ci sono delle cose che non dovreste MAI dire a un sacerdote. Eccone qualcuna:

1. “Allora… le donne non ti trovavano attraente o cose del genere?”

1

Come dovrebbe rispondere un sacerdote? Non è che sono stati costretti a diventare sacerdoti perché non riuscivano a sposarsi o non erano desiderabili.

2. “Durante la sua omelia ho fatto il sogno più folle”

2

Anche se fosse vero, tenetelo per voi!

3. “Non vorrebbe sapere se la ragazza che si è confessata prima di me è single?”

3

Quando siete in fila per confessarvi, dovete pensare solo a quello.

4. “Per essere un prete non è brutto”

4

Perché mai dovreste dire una cosa del genere!?

5. “Dev’essere bello dover lavorare solo la domenica”

5

Fortunatamente la maggior parte di noi sa che i sacerdoti hanno le giornate tra le più lunghe e piene di dolore di tutti. Immaginate cosa significhi servire le persone solo quando c’è una crisi o un momento di grande gioia – entrambe le situazioni richiedono una grande quantità di energia e stress!

6. “Quanto di quel cestino della colletta si porta a casa?”

6

La maggior parte dei sacerdoti vive ben al di sotto del livello di povertà. Quando veniva a cena da noi, il mio sacerdote mi diceva: “È bello poter mangiare qualcos’altro oltre i fagioli!

7. “Si è reso conto di aver dimenticato _____ durante la Messa?”

7

Possono leggere dal Messale, ma non sono perfetti.

8. “Cosa fa con tutto il tempo libero che ha?”

8

Prego per persone come te!”

9. “Lei è un ottimo esempio del fatto che Dio lavora attraverso strumenti difettosi”

9

“Ah sì? E qual è la tua giustificazione?”

10. “Perché non risponde alle mie e-mail?”

10

Forse i tuoi sacerdoti non hanno tempo per controllare l’e-mail. Forse sono sacerdoti impegnati.

11. “Padre _____ ha fatto le cose in modo diverso”

11

A volte è meglio non rispondere

12. “Può dire _____ nella sua omelia? Ci saranno familiari/amici che verranno con me”

12

Lasciate che il sacerdote pronunci la sua omelia. Ci sono varie centinaia di altre persone che portano familiari e amici a Messa. Una soluzione migliore sarebbe pregare qualunque cosa dica.

13. “Quando pensa che andrà in pensione?”

13

In primo luogo, prima di dire “pensione” accertiamoci di sapere tutti che i sacerdoti non smettono mai di esserlo, e anche quando si ritirano dai doveri parrocchiali in genere continuano a supportare la loro diocesi con Battesimi, matrimoni ecc. In secondo luogo, questa “pensione” è in genere l’ultima cosa che un sacerdote desidera.

 

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

QUI L’ARTICOLO ORIGINALE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.