Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Golfista, violinista, oratore, poliglotta, e con la Sindrome di Down

Photo credit: Joe Ramírez
Condividi

Emmanuel, un talentuoso giovane statunitense che parla anche varie lingue

Emmanuel Bishop ha sorpreso i suoi genitori fin da bambino. A tre anni già identificava le parole. A 6 ha iniziato a imparare a suonare il violino. A 8 gli è accaduto qualcosa di ancora più curioso. Né Victor né Gloria giocavano a golf, e Gloria voleva che Emmanuel giocasse a tennis, ma la prima volta che ha preso in mano una mazza da golf ha mostrato una propensione quasi innata.

Quando se ne è accorto, Victor ha disegnato la sequenza dello swing per orientarlo nei movimenti, ma sembrava che non fosse necessario insegnargli niente. Ce l’aveva dentro, come le tante altre cose che si stanno ancora scoprendo.

Emmanuel, un ragazzo di 18 anni con la Sindrome di Down, ci dà una lezione di vita su come sviluppare le capacità innate che ognuno ha dentro di sé.

 

Qualcosa di simile al golf è accaduto con la musica, ha raccontato Victor ad Aleteia. Sono le sue abilità, doni di Dio con i quali è nato.

“A volte – per non dire quasi sempre – i genitori si concentrano, cercando di rimediare, sulle aree di deficit anziché promuovere le capacità innate del proprio figlio”, ha affermato. “Mio figlio non riesce a prendere una palla da tennis con la racchetta. In quel campo semplicemente non ha doti naturali”.

Emmanuel condivide con i suoi genitori la fede, e ogni volta che viaggiano approfittano per andare a salutare Maria Madre di Dio in un santuario. In vari di essi, emblematici come quello di Nostra Signora di Guadalupe in Messico o di Nostra Signora di Luján in Argentina, ha interpretato con il suo violino vari brani a pochi metri di distanza dalle immagini originali.

Emmanuel aiuta spesso nella Messa della sua comunità, impegnandosi al massimo. Il ragazzo parla inglese, spagnolo e francese, e attualmente sta studiando il latino per poter aiutare nelle Messe celebrate in quella lingua. La sua facilità di comunicare gli ha permesso di pronunciare interventi da quando aveva 6 anni, riuscendo a viaggiare in varie parti del mondo. Attualmente si sta preparando per un concerto che darà in Albania il 18 dicembre.

Per conoscere di più Emmanuel e seguire le sue attività si può visitare la sua pagina di Facebook:

https://www.facebook.com/notes/emmanuel-joseph-bishop/ego-sum/169128449772723

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni